Home / Salute e benessere / Sanità, la Regione chiarisca la nomina dei direttori

Sanità, la Regione chiarisca la nomina dei direttori

Conficoni (Pd) che ha depositato un'interrogazione alla Giunta per fare chiarezza. Stessa richiesta anche da Ussai (M5S)

Sanità, la Regione chiarisca la nomina dei direttori

"La Regione chiarisca se, in attesa della formazione degli elenchi regionali di idonei a essere nominati direttore amministrativo, sanitario e sociosanitario delle aziende sanitarie, debbano essere incaricati professionisti inclusi negli elenchi formati da altre Regioni oppure no". A dirlo è il consigliere regionale del Pd, Nicola Conficoni che ha depositato un'interrogazione alla Giunta per fare chiarezza sulle modalità di nomina dei direttori delle Aziende sanitarie.

Secondo Conficoni, "le decisioni assunte dai nuovi direttori generali recentemente nominati dalla Giunta, infatti, fanno emergere alcune divergenze nell’applicazione del decreto legislativo 171/2016 che regola la procedura. In particolare, dall’atto con cui il direttore generale dell'azienda di Pordenone Joseph Polimeni ha nominato Mario Paoli direttore amministrativo dell’Asfo (Azienda sanitaria Friuli occidentale) emerge come quest’ultimo, oltre a essere in possesso di un'adeguata esperienza professionale e manageriale, sia iscritto negli elenchi degli idonei alla nomina costituiti dalle Regioni Lombardia, Sicilia e Toscana".

Invece, fa notare Conficoni, "al Burlo Garofalo è stato incaricato un direttore sanitario privo di questo requisito. È importante dunque capire se sia obbligatorio o meno assumere professionisti compresi negli elenchi regionali e se la Giunta ha intenzione di procedere alla formazione, al fine di valorizzare le competenze presenti nel nostro territorio".

Conoscere la reale graduatoria stilata dalla Commissione indipendente per la nomina dei direttori generali delle nuove Aziende Sanitarie e capire se vengono rispettati i requisiti previsti dalla normativa nazionale per la scelta dei direttori amministrativi e sanitari. Anche il consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle, Andrea Ussai, punta la lente di ingrandimento sulle nomine in sanità, particolarmente significative dopo l'entrata in vigore del nuovo assetto istituzionale.

“Per quanto riguarda la scelta dei direttori generali, il presidente della Regione sostiene che sono stati presi i migliori ma al momento è pubblica soltanto una lista in ordine alfabetico", sottolinea Ussai. "Abbiamo avanzato una richiesta di accesso agli atti per sapere quale sia la graduatoria redatta dalla Commissione indipendente sulla base delle competenze degli idonei. In questo modo potremo valutare se sono state davvero scelte meritocratiche o se invece hanno risposto a logiche che privileggano interessi politici e territoriali”.

Sarà inoltre presentata un'interrogazione relativa alle nomine dei direttori amministrativi e sanitari delle Aziende. “Chiederemo intanto di sapere se c'è l'intenzione di stilare un elenco regionale che al momento manca" ricorda il consigliere M5S. "Ma, soprattutto, vogliamo che venga chiarito se le persone che si stanno nominando abbiano i requisiti di legge e se, come correttamente fatto dal direttore generale a Pordenone, siano stati scelti attingendo alle graduatorie di altre Regioni, come previsto dalla normativa in assenza di un apposito elenco in Friuli Venezia Giulia”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori