Home / Spettacoli / 'Predis' fa tappa al Cinema Sociale

'Predis' fa tappa al Cinema Sociale

Mercoledì 19 febbraio alle 21 la proiezione con il regista Massimo Garlatti-Costa

'Predis' fa tappa al Cinema Sociale

Tappa gemonese di un tour che nell’arco di un mese e mezzo tocca undici località della regione, mercoledì 19 febbraio alle 21 sarà presentato dalla Cineteca del Friuli al Cinema Sociale Predis. La nazione negata, l’ultimo lavoro del regista Massimo Garlatti-Costa, che sarà in sala per introdurre la proiezione e dialogare con il pubblico. Il film è prodotto da Raja Films e Belka Media ed è stato realizzato con il supporto di Arlef, Fondo Regionale dell’Audiovisivo Fvg, Film Fund - Film Commission FVG, e Glesie Furlane.

Proprio le battaglie condotte da preti e fedeli raccoltisi fin dagli anni Settanta nel gruppo Glesie Furlane per rivendicare il diritto di pregare in lingua friulana, hanno ispirato la trilogia di Garlatti-Costa, che con Predis arriva al secondo capitolo. Se nel precedente Missus si faceva il punto sulla situazione oggi, in questo nuovo film l’autore va indietro nel tempo per raccontare la storia di tre preti “combattenti” che hanno cercato in ogni modo di trasmettere alla loro gente, attraverso l’insegnamento della storia, della cultura e della lingua friulana, il senso di identità.

I tre sacerdoti, nati fra Gemona, Montenars e Venzone, sono Giuseppe Marchetti (1902-1966), coscienza intellettuale del movimento e colui che elaborò le basi grammaticali della lingua friulana; Francesco Placereani (1920-1986), che fu sempre in prima fila nella lotta per l’autonomia del Friuli e contro la sua emarginazione; e Antonio Bellina (1941-2007), precocissimo nell’individuare nella globalizzazione il maggiore pericolo per le culture minoritarie di essere assimilate dalla cultura dominante.

Emerge il ritratto di tre menti brillanti del secolo scorso supportato dalle testimonianze di chi li ricorda, avendoli avuti come insegnanti o per averli ascoltati nel corso di incontri in piazza o in chiesa e in momenti storici particolari in cui si dibatteva pubblicamente sul futuro del Friuli.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori