Home / Spettacoli / A San Vito Jazz debutta Casadei secondo me

A San Vito Jazz debutta Casadei secondo me

Al via la 14^ edizione, sospesa in primavera a causa dell’emergenza Covid-19. Sul palco, venerdì 17 luglio, di piazza Stadtlohn il Simone Zanchini Quartet

A San Vito Jazz debutta Casadei secondo me

Tutto pronto in Piazza Stadtlohn a San Vito al Tagliamento per San Vito Jazz. Sospesa lo scorso marzo a causa dell’emergenza Covid-19, la rassegna jazz della Destra Tagliamento per la prima volta si svolge d’estate e all’aperto. Venerdì 17 luglio a tagliare il nastro dell’edizione numero 14 - diretta da Flavio Massarutto e promossa da Circuito ERT, Comune di San Vito al Tagliamento e Fondazione Bon - ci sarà il Simone Zanchini Quartet con un omaggio al patriarca del liscio, Secondo Casadei. Casadei secondo me è il titolo del concerto che avrà inizio alle 21. In caso di maltempo musicisti e pubblico si sposteranno nel vicino Auditorium Comunale.

Accanto alla fisarmonica di Zanchini, A San Vito al Tagliamento si esibiranno Fabio Petretti ai sassofoni, Roberto Bartoli al contrabbasso e Zeno De Rossi alla batteria. Secondo Casadei è un gigante della musica popolare italiana; il tributo che Simone Zanchini gli ha dedicato con il suo quartetto è un atto d’amore perché, come ha sottolineato il musicista, “se nasci in Romagna e decidi, a sette anni, di suonare la fisarmonica, Casadei diventa automaticamente una tappa obbligatoria che invade felicemente la tua vita”. Ne è nato uno spettacolo che rilegge con fantasia e coraggio alcune delle migliori composizioni del Maestro – autore, tra le altre, di “Romagna mia” - secondo la sensibilità del jazz.

San Vito Jazz proseguirà venerdì 24 luglio con un progetto originale in anteprima assoluta. Il titolo della serata è Il trombettista sulla Via della Seta, un tributo al pordenonese Mario Costalonga (1932-2014). A rendergli omaggio ci saranno la tromba di Mirko Cisilino, il sax alto di Gaspare Pasini, il sax tenore di Francesco Bearzatti, il pianoforte di Bruno Cesselli, il contrabbasso di Marc Abrams e la batteria di Luca Colussi. La rassegna sanvitese si chiuderà venerdì 31 luglio con il funambolico trombonista Mauro Ottolini con il suo progetto Sea Shell. Musica per conchiglie.

Al fine di ottemperare alle normative anti-Covid e garantire la sicurezza di tutti l’acquisto dei biglietti potrà avvenire esclusivamente in fase di prevendita presso l’Ufficio IAT: giovedì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00; sabato dalle 9.30 alle 12.30 e domenica dalle 15.00 alle 18.00.
Non è prevista la vendita dei biglietti online.

San Vito Jazz è organizzato dall’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia e dal Comune di San Vito al Tagliamento con la collaborazione di Fondazione Luigi Bon e Rai Radio3, e il sostegno di ATAP.

Per ulteriori informazioni contattare l’Ufficio IAT allo 0434.80251 o all’indirizzo iat.sanvitoaltagliamento@gmail.com, oppure l’Ufficio beni e attività culturali del Comune allo 0434.833295.

Per approfondire ertfvg.it.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori