Home / Spettacoli / Concerto di debutto del Coro Giovanile Regionale del Fvg

Concerto di debutto del Coro Giovanile Regionale del Fvg

Giovedì 22 ottobre, nel Duomo di Spilimbergo, nell’ambito del festival Come l’Acqua de’ fiumi

Concerto di debutto del Coro Giovanile Regionale del Fvg

“L'acqua che tocchi de' fiumi è l'ultima di quella che andò e la prima di quella che viene. Cosí il tempo presente”- questo pensiero, contenuto negli scritti di Leonardo da Vinci, è stato la fonte di ispirazione per il titolo del festival multidisciplinare Come l’Acqua de’ fiumi che verrà inaugurato giovedì 22 ottobre a Spilimbergo.
L’idea del cambiamento, della fiducia in un nuovo inizio, è anche l’auspicio degli organizzatori, l’Istituto Musicale Guido Alberto Fano, che per l’apertura del ciclo di eventi attorno alla musica, alla riflessione storica, filosofica, spirituale, ha scelto di mettere simbolicamente al centro un vero e proprio nuovo inizio, ovvero il concerto di debutto della nuova formazione del Coro Giovanile Regionale.
La formazione corale di eccellenza dell’Usci Fvg è un gruppo che si rinnova e rinnova la propria direzione ogni triennio, per mantenere la propria missione di laboratorio di competenze e creatività per giovani musicisti. Dopo le audizioni e l’avvio del nuovo ciclo di attività, il coro ha dovuto necessariamente rinunciare agli appuntamenti fissati a causa della chiusura generale e l’evento di giovedì sera con inizio alle ore 21.00 nel Duomo di Spilimbergo sarà quindi la prima esibizione pubblica del coro sotto la direzione del M° Mirko Ferlan.
Il programma del concerto prevede tre momenti distinti: un viaggio a ritroso nella storia della musica corale sacra, un cammino immaginario lungo l'inarrestabile percorso dell'acqua e un breve excursus nel ricco patrimonio musicale di autori regionali. L’interpretazione del tema del festival proporrà in musica la descrizione di diverse manifestazioni dell’acqua, associandole a diversi stati d’animo e sentimenti, dalla pioggia ai fiumi che, attraversando ampie regioni sfociano nei mari per ritornare poi in cielo, seguendo il volo dei gabbiani.
Il concerto, come tutti i successivi appuntamenti del festival, è a ingresso libero e con capienza limitata. La prenotazione è obbligatoria ed è possibile tramite la compilazione e l’invio del modulo disponibile sul sito www.istitutofano.com.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori