Home / Spettacoli / Fare cinema: in Fvg le imprese del settore sono aumentate del 37%

Fare cinema: in Fvg le imprese del settore sono aumentate del 37%

Il Fondo Audiovisivo regionale sostiene le produzioni indipendenti e contribuisce alla qualificazione delle risorse professionali

Fare cinema: in Fvg le imprese del settore sono aumentate del 37%

13 anni di attività sul territorio regionale e tanti importanti obiettivi raggiunti: è un bilancio più che positivo quello che il Fondo per l’Audiovisivo del FVG, associazione finanziata dall’Assessorato Regionale alle Attività Produttive, presentato ieri, 25 settembre, al Teatro Nuovo Giovanni da Udine nel corso dell’evento Dietro lo schermo. Storie, protagonisti e successi del cinema FVG, alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni pubbliche e private della Regione.

Attivo dal 2007, il Fondo si pone l’obiettivo di contribuire alla qualificazione delle risorse professionali e di favorire lo sviluppo delle imprese locali attive nel settore della produzione audiovisiva. Nel suo curriculum si collocano ad esempio il sostegno alla friulana Rosamont di Giuseppe Battiston e Marica Stocchi, che ha prodotto il film Le sorelle Macaluso di Emma Dante recentemente presentato a Venezia e ora in circuito nelle sale italiane, nonché a tanti altri pluripremiati progetti come Tir, Babylon Sisters, Parole povere, Paradise, Menocchio, Zoran il mio nipote scemo, Dancing with Maria, Easy, L’ultima spiaggia. Fra i registi, corrono i nomi di Alberto Fasulo, Matteo Oleotto, Davide Del Degan, Andrea Magnani, Ivan Gergolet.

Dietro lo schermo offre l’occasione per ripercorrere le tappe fondamentali dell’attività del Fondo ma ci restituisce anche lo stato dell’arte delle imprese del territorio operanti nell’audiovisivo attraverso una ricerca di settore - la più estesa mai realizzata in FVG – a cura di BAM! società di consulenza e progettazione in Audience Development e cultural management specializzata in servizi strategici per il settore culturale.

Nel corso della serata anche la consegna dei premi agli autori e all’impresa che più si sono contraddistinti nella produzione audiovisiva regionale. Tre i riconoscimenti assegnati: Matteo Oleotto miglior regista di fiction (vedi foto), Erika Rossi miglior regista di documentari e Nefertiti Film (vedi foto) per aver conseguito negli anni i migliori risultati in termini di mercati raggiunti e partecipazione a festival.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori