Home / Spettacoli / Glenn Miller Orchestra al Rossetti

Glenn Miller Orchestra al Rossetti

Parte martedì 19 marzo, il nuovo tour italiano dell'ensemble diretto dal Maestro Wil Salden, che sarà a Trieste venerdì 22 marzo

Glenn Miller Orchestra al Rossetti

La magia della Swing Era e dell’inconfondibile Glenn Miller Sound rivive in tour con la leggendaria Glenn Miller Orchestra, il più famoso ensemble jazz e swing del mondo, capitanato da Wil Salden, il direttore olandese che dal 1985 gira l’Europa celebrando il mito di uno dei più importanti e influenti musicisti del Novecento.

“Jukebox Saturday Night” è il titolo del nuovo show, che prende ovviamente spunto da un grande classico di Glenn Miller, registrato nel 1942, due anni prima della sua tragica scomparsa sul Canale della Manica, mentre andava a portare la sua musica ai soldati dell’esercito alleato sul fronte francese. Èd è inoltre il titolo del nuovo album della Glenn Miller Orchestra, che vuole mantenere vivo il ricordo di una delle figure più carismatiche del Novecento, che con la sua musica ha fatto ballare e innamorare milioni di persone in tutto il mondo.

Il nuovo tour in Italia – prodotto dall’agenzia Vigna PR srl – prende il via martedì 19 marzo dal Teatro Colosseo di Torino, poi il 20 marzo farà tappa al Teatro Verdi di Firenze, il 21 marzo all’Auditorium Parco della Musica (Sala Sinopoli) di Roma e infine venerdì 22 marzo (inizio ore 21:00) al Politeama Rossetti di Trieste, unica data del tour nell’intero Nordest, a più di quattro anni dall’ultima apparizione a Trieste.

I biglietti sono ancora acquistabili online su Vivaticket.it, nei punti vendita autorizzati e alle biglietterie del teatro.

Il nuovo spettacolo della Glenn Miller Orchestra nasce e si sviluppa come un vero e proprio tributo a un’epoca intera e ai protagonisti di quella musica che tuttora entusiasma milioni di appassionati: in scaletta ci saranno moltissimi brani di Glenn Miller, ma anche pezzi di George Gershwin, Hoagy Carmichael, Cole Porter e un omaggio speciale a Frank Sinatra.

Non mancheranno ovviamente i grandi classici che tutto il pubblico si aspetta: da “Moonlight Serenade” a “In The Mood”, passando per “Chattanooga Choo Choo”, “Blue Moon”, “What A Wonderful World” e tantissime altre.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori