Home / Spettacoli / Sergio Tavcar al Kulturni dom di Gorizia

Sergio Tavcar al Kulturni dom di Gorizia

Mercoledì 20 novembre, il noto telecronista triestino presenterà il libro 'Lo sport e il confine del mondo'

Sergio Tavcar al Kulturni dom di Gorizia

Mercoledì 20 novembre 2019, con inizio alle ore 18.00, si terrà nella sala ridotto del Kulturni dom di Gorizia (via I. Brass 20) la presentazione, nell’ambito dei tradizionali “Incontri con l’autore 2019”, del libro del noto telecronista sportivo Sergio Tavčar di Trieste “Lo sport e il confine del mondo”, edito nel 2019 da Mattioli 1885. Converserà con l’autore il giornalista Albert Vončina di Gorizia.

Giocatore dilettante, coach, telecronista leggendario, pensatore arguto, divulgatore appassionato dell’idea di un basket universale: Sergio Tavčar si racconta. Sul tavolino di un bar di Opicina infatti, a cinque chilometri dal confine italo-sloveno, il giornalista triestino racconta a Marco Ballestracci (co-autore del libro) l’avventura della Jugoslavia, sia storica che sportiva. Non la racconta però da specialista del reportage, ma da ragazzino cresciuto a un passo dal confine tra l’Ovest e l’Est del mondo e, più tardi, da voce sportiva di TV Koper Capodistria, la televisione della minoranza italiana in Slovenia.

Sergio Tavčar, nato a Trieste nel 1950, lavora come telecronista sportivo di Tele Capodistria dal 1971. Specializzato in basket, nuoto e tennis ma competente nei più svariati ambiti sportivi, contraddistingue da sempre le sue telecronache e i suoi servizi con uno stile incisivo e peculiare che rifiuta i buonismi e i luoghi comuni e che racconta semplicemente le cose per quello che sono e per come avvengono.
Conosciuto in tutta Italia grazie alla diffusione di Tele Capodistria già negli anni ’70, Sergio Tavčar acquisì una ancora maggiore popolarità durante gli anni ’80, quando assieme a Dan Peterson formò quella che molti appassionati di basket reputano la miglior coppia di commentatori che la pallacanestro abbia mai avuto.

Il co-autore del libro Marco Ballestracci (Neuchâtel, 1962) racconta e scrive di sport. Ha vinto per due volte il Premio Selezione Bancarella Sport con A pedate (Mattioli 1885, 2008) e La Storia Balorda (Instar Libri, 2011) e il Premio Memo Geremia/Coni con I Guardiani (66thand2nd, 2016).

L' incontro è promosso dalla libreria UBIK di Gorizia e dal Kulturni dom di Gorizia. Ingresso libero.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori