Home / Sport news / Gsa, non è tempo di processi

Gsa, non è tempo di processi

Dopo il bruciante stop di Ferrara, il presidente Pedone analizza il momento dell'Apu

Gsa, non è tempo di processi

Il giorno dopo l'inopinata sconfitta subita in rimonta a Ferrara, il presidente della Gsa Alessandro Pedone torna, a mente fredda, su un passo falso che brucia tanto e rilancia in vista della gara di domenica con Forli: "Anche dopo averci dormito sopra continuo a pensare che sia praticamente impossibile perdere una partita così ben incanalata -ribadisce il Numero 1 bianconero- ci eravamo costruiti un margine importante e Ferrara sembrava ormai rassegnata, anche perché i minuti passavano e l'inerzia pareva stabilmente nelle nostre mani. Poi è successo l'irreparabile e, aldilà dei doverosi complimenti ai nostri avversari che hanno avuto il merito di saper cogliere l'occasione, adesso dobbiamo capire come è possibile che questa squadra non riesca a compiere il salto di qualità e di mentalità che tutti ci aspettiamo".

La sconfitta brucia ma bisogna immediatamente resettare e guardare avanti: "Da Presidente e primo tifoso non posso accettare che la mia squadra continui a soffrire di cali improvvisi di tensione, dei veri e propri black out che rovinano quanto di buono riesce a costruire - rilancia il Presidente - ma la stagione non è finita e non è tempo di processi, all'orizzonte abbiamo dei playoff da disputare al meglio e col coltello fra i denti, per rispetto nei confronti di noi stessi, della serietà del progetto e della nostra splendida tifoseria".

Domenica al Carnera arriverà Forlì in quella che potrebbe rivelarsi, ad oggi, la partita più importante della stagione: "Il gruppo ha un'immediata opportunità di riscatto e una settimana di lavoro in palestra per cancellare, una volta per tutte, gli errori e le insicurezze che ci hanno frenato nel corso del campionato. Nonostante tanti alti e bassi abbiamo la grande chance di giocarci a casa nostra, davanti al nostro pubblico, la possibilità di blindare il quinto posto che vorrebbe dire primo turno dei play off col vantaggio del fattore campo. Domenica deve essere la nostra partita, più che mai abbiamo bisogno di un Carnera ribollente di tifo e calore che sappia spingere i ragazzi verso una vittoria che potrebbe rivelarsi decisiva. Abbiamo faticato tanto per arrivare a giocarci partite di questo livello, adesso è arrivato il tempo di cogliere le nostre occasioni".

Il messaggio vuole essere forte e chiaro: "Fatte le opportune valutazioni, archiviamo una pagina triste come quella di ieri e guardiamo avanti con rinnovata determinazione e positività. Facciamo quadrato come solo noi sappiamo fare e pensiamo a preparare al meglio una partita che può rappresentare una svolta nel nostro cammino".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori