Home / Sport news / L'Apu sbanca Piacenza 56-77

L'Apu sbanca Piacenza 56-77

Basket A2 - Pronto riscatto per i friulani, che espugnano il parquet dell'Assigeco

L'Apu sbanca Piacenza 56-77

Udine trova subito riscatto dallo stop interno con Mantova, espugnando per 56-77 il parquet di Piacenza, che in settimana ha chiamato in panchina il friulano Alberto Martelossi. Dopo la partenza a tutto gas dei padroni di casa, l'Assigeco perde il ritmo e i friulani riescono a ricucire e a portarsi avanti nella seconda frazione. L'Apu amministra il vantaggio e poi dilaga nel finale.

LA CRONACA. Coach Ramagli è costretto a fare ancora a meno di Fabi; in panchina, ma solo per onore di firma, capitan Antonutti. Rientra, invece, Gazzotti. Partenza all'insegna delle triple, con Ferguson e la doppietta di Hall per l'Assigeco; per l'Apu risponde Strautins (9-3). A Molinaro replica Beverly (11-5). Piacenza allunga con due liberi e la quarta bomba di Hall, costringendo Udine al primo time-out (16-5, dopo 3'). I friulani ripartono con Gazzotti e Cromer. Ancora Molinaro, a cui risponde Amato (18-11). Doppio centro per Zilli, mentre l'Assigeco piazza altre due bombe (26-15). Botta e risposta tra Hall e Cromer, che realizza dalla lunga (28-18, quando mancano 3' 40''). Dopo una serie di errori, è Nobile a sbloccare da tre (28-21). Nell'ultimo minuto, Beverly protagonista con due liberi e un canesto sulla sirena, che manda al primo riposo sul 28-25.

Apre le marcature, dopo un minuto, Zilli. A Ferguson risponde subito Amato (30-29). Cromer dalla lunga firma il primo vantaggio, che Amato allunga: sul 30-34, coach Martelossi chiama time-out (dopo 3'20''). Uno su due dalla lunetta per Santiangeli, ma Cromer risponde (31-36, dopo 4'). Tripla di Piccoli, poi Beverly aggiusta da sotto le plance (34-38). Ferguson a segno; Strautins fa uno su due dalla linea della carità, mentre Cromer trova il 36-41. Il cronometro scorre, ma il tabellone non si muove. A due minuti dalla sirena, Piacenza ferma il gioco. E' Strautins a sbloccare, poi imitato da Gazzotti. Nel finale, spazio per la tripla di Ferguson, che chiude il secondo parziale sul 39-45.

Molinaro apre le marcature dopo 1'20'', poi Hall accorcia dalla lunetta (43-45, dopo 2'43''). Udine rompe il ghiaccio con la tripla di Amato (dopo 3'30''), ma Gasparin risponde dalla lunga (46-48). Tanti errori su entrambi i fronti, prima della tripla di Cromer (46-51, quando restano 3'30'' da giocare). Zilli fa due su due dalla lunetta, poi Cromer trova canestro e fallo, non sfruttato (46-55) e coach Martelossi ferma il gioco, a due minuti dalla sirena. Si sbaglia ancora molto. Nel finale Santiangeli fa uno su due, ma Nobile trova la bomba e il fallo che manda all'ultimo riposo sul 47-59.

E' Molinaro che sblocca il tabellone, prima del libero di Santiangeli (50-59, dopo 2'). Ferguson firma il meno sette (52-59), costringendo coach Ramagli al time-out. Penna sblocca da tre, dopo quasi tre minuti (52-62). Ancora errori, prima del canestro in contropiede di Cromer, che subisce anche fallo. Udine allunga ancora con la tripla di Amato (52-68, quando mancano 5'). A segno Beverly e Amato, dalla lunga, mentre per Piacenza si è spenta la luce (52-73). Cromer piazza la bomba, prima del canestro di Piccoli, che interrompe la lunga striscia friulana (54-76). Nell'ultimo minuto, Beverly realizza un libero e Piccoli piazza da sotto, per il 56-77 finale.

IL TABELLINO

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori