Home / Sport news / La pallamano di serie A torna a Udine

La pallamano di serie A torna a Udine

Il Cus, dopo quattro anni in cui ha rinunciato alla prima squadra, torna a iscriversi al campionato femminile

La pallamano di serie A torna a Udine

La strada all’apparenza sembra tutta in salita. Eppure la sezione di pallamano del Cus Udine, dopo quattro anni di sola attività giovanile, ha deciso di prendersi il rischio. La storica società udinese, infatti, fondata nel 2001, ha iscritto nuovamente una squadra “seniores” al campionato nazionale di A2. La serie A manca a Udine ormai da diverso tempo, proprio da quando il Cus, per motivi economici, decise di rinunciare alla prima squadra.

Uno sforzo economico che la società ha arrischiato questo luglio, per poter “salvare” le tante ragazze che, uscite di categoria, non avrebbero più avuto la possibilità di giocare a pallamano. Il torneo, però, sarà bello tosto: meno tempo per la preparazione adeguato – prima partita prevista il 28 settembre, in casa – e ben dieci squadre, nessuna della nostra regione. Un campionato molto competitivo che vedrà le giovanissime del Cus, reduci dal torneo Under 19, vedersela con titolate formazioni del Trentino Alto Adige - fra cui Brixen, Schenna, Bruneck e del Veneto, per un totale di venti giornate di lunghe trasferte e battaglie per difendere il PalaGiumanini.

A guidare il team, formato da giovani pallamaniste nate tra il 1999 e il 2004 e aiutate da qualche “vecchia conoscenza”, sarà Giuseppe Maestrutti. L’ex giocatore di Principe Trieste e Pallamano Malignani (tra le altre), vanta una lunga militanza come giocatore e l’anno scorso è stato vice del primo allenatore Daniele Orioli con l’Under 18. Maestrutti sta ottenendo proprio ora il patentino da allenatore e per la terza giornata in panchina ci sarà. Da quest’anno Daniele si occuperà, invece, della preparazione specifica dei portieri.

“Sicuramente sarà un’esperienza formativa", racconta il nuovo allenatore Maestrutti. "Sappiamo che partiamo con un gap di esperienza importante ma siamo determinati a costruire man mano una nostra identità di gioco e soprattutto vogliamo divertirci. Per darci una mano abbiamo contattato alcune ragazze che hanno già giocato a pallamano prima che il Cus rinunciasse alla senior: serviranno a conferire la “giusta mentalità” al gruppo. Il nostro girone, il B, si prospetta di fuoco, noi ce la metteremo tutta”. Da lunedì mattina la prima squadra si metterà agli ordini del nuovo allenatore e inizierà a preparare l’intensa stagione alle porte.

Continua poi anche l’attività giovanile del Cus che schiererà anche una formazione Under 15 al campionato interregionale del Veneto. Le “piccole” saranno allenate da Claudia D’Odorico, responsabile anche dei “Piccoli Amici” nati tra il 2008 e il 2012 e dell’attività scolastica.

Un vero e proprio boom quello che sta vivendo la pallamano in Friuli, dato che anche la Jolly Campoformido, che si occupa solamente di attività al maschile, ha deciso di iscrivere una formazione tutta verde al campionato di serie B. Una bella notizia per i tanti appassionati che negli ultimi anni si sono sentiti orfani di una disciplina emozionante che recentemente è stata protagonista a Lignano Sabbiadoro con il campionato europeo femminile Under 17.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori