Home / Sport news / Lignano, palestre sanificate con tecnologie Nasa

Lignano, palestre sanificate con tecnologie Nasa

Installati nei giorni scorsi i dispositivi di derivazione aerospaziale, riconosciuti dal Ministero

Lignano, palestre sanificate con tecnologie Nasa

Nei giorni scorsi sono stati installati nella Palestra comunale e nelle Palestre scolastiche di Lignano Sabbiadoro i Climambiente AS2000 per la sanificazione dell'aria.

I dispositivi sono in grado di rimuovere odori, batteri, virus, muffe e spore, agendo nell’ambiente e sulle superfici attraverso la tecnologia PCO (Sanificazione Ossidazione Fotovoltaica), sviluppata da un originale progetto della Nasa per uso all’interno della Stazione spaziale internazionale.

La tecnologia PCO è inserita nell’albo d’oro della Space Technology Hall of Fame, Ente che riconosce le tecnologie emergenti dai programmi spaziali e la loro importanza come ritorno sugli investimenti nell’esplorazione dello spazio.

Nello specifico, sono stati installati un dispositivo per ciascuna palestra scolastica e due in quella comunale, trattandosi di un'ambiente con maggiore cubatura, per un totale di quattro dispositivi. Il costo complessivo per l’acquisto e l’installazione è stato pari a 21mila euro.

Dopo la loro messa in funzione sono stati effettuati, assieme al Responsabile dell'Azienda fornitrice, una serie di test in diversi punti di ogni singola Palestra, al fine di misurare la carica batteriologica e virale dell'ambiente: i risultati di tali rilevazioni hanno evidenziato un livello di sanificazione eccellente.

“L'acquisto di questi presidi medici riconosciuti dai Ministero, di derivazione aerospaziale, è finalizzato al sostegno dell'attività sportiva e a garantire una sempre maggior sicurezza nelle palestre per le Associazioni e i ragazzi che praticano attività sportiva, ma anche per tutti gli studenti, i professori e il personale scolastico", spiega il Vice Sindaco Alessandro Marosa. "La volontà è quella di poter riprendere gli allenamenti in un ambiente idoneo e garantito sotto tutti i punti di vista, non appena i numeri della pandemia lo consentiranno, rispettando quello che è il principio di cautela che ha sempre caratterizzato le nostre scelte. Lo sport, infatti, è un motivo di crescita sociale e personale irrinunciabile, e auspico ci sia una regolare ripresa delle attività e un ritorno alla normalità il prima possibile".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori