Home / Sport news / Pedone replica a Micalich, 'Mi sento un marito abbandonato'

Pedone replica a Micalich, 'Mi sento un marito abbandonato'

Il presidente dell'Apu commenta la decisione del gm di dimettersi. "Non si scende dalla barca durante la tempesta"

Pedone replica a Micalich, 'Mi sento un marito abbandonato'

Il presidente dell’Apu Alessandro Pedone replica al gm Davide Micalich, che ieri ha ufficializzato le sue dimissioni.

"Ho dato a Davide fiducia assoluta in questi dieci anni. Avevo semplicemente chiesto che il mio legale di gruppo si occupasse della stesura dei contratti, dopo che lui li aveva discussi, e che il mio direttore amministrativo si occupasse dell'avvallo. Mi sono sentito rispondere con le dimissioni", spiega Pedone.

"Lui ha parlato della società come di un figlio. Allora diciamo che se io sono il papà, lui è la mamma, ma io resto con il figlio e sono un marito abbandonato", spiega ancora il numero uno dell'Apu. "Se vuole tornare sui suoi passi, io sono pronto ad ascoltarlo e a capire. Ma deve fare veloce. Entro 24-48 ore devo decidere il da farsi".

"Se non vuoi rispettare le regole o ti compri l'azienda o fai la scelta che ha fatto lui", attacca Pedone, che poi ricorda: "Sarà una stagione difficilissima, ma non vedo perchè saltare giù dalla barca proprio quando ci sono le onde alte...".

"Fare la prossima stagione è da eroi?", conclude Pedone. "No, gli eroi sono gli operai che sotto Covid sono andati a lavorare tutti i giorni o che ancora aspettano la cassa integrazione... Non perdiamo di vista il piano corretto delle cose".

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori