Home / Sport news / Pordenone, conto alla rovescia per le Tre Sere

Pordenone, conto alla rovescia per le Tre Sere

L’edizione 2020, che si svolgerà dall'11 al 14 agosto al velodoromo Bottecchia, sarà ricca di novità. Attesi anche i campioni Uci e gli Italiani Juniores

Pordenone, conto alla rovescia per le Tre Sere

Manca meno di un mese alla 19esima edizione della “Tre Sere Internazionale Città di Pordenone” e il velodromo Bottecchia, con il suo staff, è pronto a ospitare corridori e pubblico, ovviamente nel rispetto delle norme igienico sanitarie in atto. L’edizione 2020, che si svolgerà dall'11 al 14 agosto, sarà ricca di novità.

Come ogni anno, ma soprattutto in questa stagione difficile, gli Amici della Pista di Pordenone hanno dato il massimo per poter confermare questo evento che vedrà i migliori atleti del panorama internazionale sfidarsi in quattro giorni di gare. Confermate tutte le discipline, con due novità interessanti. Oltre a corsa a punti, scretch, eliminazione e madison, quest’anno le coppie si contenderanno la maglia di leader anche nel Derny. Questa disciplina, nel 2019, ha visto il velodromo di Pordenone come sede dei Campionati Europei e gli organizzatori, sull’onda del grande successo avuto, hanno deciso di inserirla nel programma della Tre Sere, animando ancora di più la manifestazione.

Confermate anche quest’anno le gare Uci di prima categoria che assegneranno punti validi per le qualificazioni ai prossimi Mondiali e stanno portando l’iscrizione di atleti di spessore. Le prove Uci saranno aperte agli uomini e alle donne elite; in merito a quest’ultime bisogna registrare e menzionare l’iscrizione già avvenuta di grandi nomi del panorama italiano come Marta Cavalli (campionessa europea derny proprio a Pordenone), Chiara Consonni ed Elisa Balsamo.

Altra grande novità sarà lo svolgimento dei Campionati Italiani Juniores che si svolgeranno per le discipline della corsa a punti, dell’omnium e dell’inseguimento a squadre. Il velodromo Bottecchia si tingerà quindi del tricolore assegnando i titoli nazionali durante le quattro serate di gare.

Una stagione 2020, condizionata come tutti sappiamo dalla pandemia mondiale, che vuole però ripartire alla grande e gli atleti lo hanno già dimostrato. Il Master regionale delle piste, riservato alle categorie giovanili è, infatti, iniziato la scorsa settimana proprio a Pordenone, registrando un numero mai visto di partecipanti, che ha costretto gli organizzatori a dividere le gare in due giornate per rispettare, appunto, le normative igienico sanitare in essere. Un bel segnale dalle società e dai ragazzi che fa emergere la voglia di ripartire.

Voglia di ricominciare che si è vista anche in ambito professionistico: alcuni atleti, infatti, hanno chiesto di potersi allenare al velodromo di Pordenone per poter riprendere più velocemente il ritmo gara ed essere pronti per l’inizio della stagione su strada.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori