Home / Sport news / Prata si arrende al Livorno in gara1

Prata si arrende al Livorno in gara1

Volley A2 - La Tinet Gori Wines si ferma sul 3-0. Mercoledì sera al PalaPrata va in scena la seconda sfida

Prata si arrende al Livorno in gara1

Gara 1 premia la Fonte Acquaviva Apuana Livorno che s'impone per 3-0 sulla Tinet Gori Wines. Dopo un primo set combattutissimo e durato ben 35′ minuti, con continui capovolgimenti di fronte, Prata cede alla formazione guidata dal monfalconese Paolo Zonca che ha messo a ferro e fuoco il taraflex dal lato pratese in attacco e in battuta, conquistando un bottino di 17 punti.

Prata scende in campo col sestetto annunciato. L’equilibrio regna sovrano e le squadre devono scrollarsi di dosso un po’ di tensione che fa salire oltre il lecito il numero di errori in battuta. Tinet Gori avant di 2 dopo un muro di Tassan: 10-12, ma immediato controsorpasso dei livornesi che fanno un importante parziale sul turno di battuta di De Santis: 18-14. Ci pensa Bortolozzo che stoppa a muro lo stesso opposto toscano: 18-15. Un paio di errori di Fonte Acquaviva e una bella pipe di Marinelli riaprono il match: 19-18. Si vede anche un bel mani fuori di Link: 21-20. Poi Della Corte si mette in proprio e schianta a terra una super da posto 4 e poi stoppa due volte a muro Zonca: 22-23. Livorno non molla e si porta al set point: 24-23, annullato da Della Corte. La Tinet Gori ha tre volte la possibilità di chiudere il parziale, ma alla fine sono i padroni di casa a portarsi a casa il set con una pipe di Zonca: 34-32.
La vittoria del primo set galvanizza i padroni di casa che partono subito fortissimo grazie ad un super Wojcik: 7-3. I Passerotti rientrano con Marinelli e un muro di Bortolozzo: 8-6. Purtroppo però il ricongiungimento non riesce anche perchè Zonca la mette sempre a terra. L’ultimo ad arrendersi, anche quando lo svantaggio si dilata sembra essere Michele Marinelli, ma si giunge comunque al 15-11. Sturam prova il doppio cambio inserendo il palleggiatore Bonante e Saraceni in opposto. Ma il bentornato in campo a Gianluca non è soft. Il romano becca subito un muro e poi fa un errore in attacco, prima di riscattarsi col punto del 17-12. Per giunta ci si mette anche Zonca che in un terrificante turno di servizio infila 3 ace. A chiudere sul 25-15 ci pensa l’opposto De Santis
Il terzo set ha un andamento molto simile al parziale precedente. Si viaggia in equilibrio fino al 9-9. Poi il muro toscano fa buona guardia su Link che viene stoppato per tre volte. Il vantaggio si dilata anche perchè la battuta livornese non è più fallosa come nel primo set e semina danni nella linea di ricezione della Tinet Gori Wines. Calderan esplora con buoni risultati la zona centrale della rete e Bortolozzo si fa trovare pronto un paio di volte. Ma il vantaggio dei padroni di casa è decisamente importante: 21-15. Poi il solito Zonca va in battuta e conquista due punti diretti, prima di sbagliare il primo match ball: 24-16. I ragazzi di Montagnani si rilassano e permettono alla Tinet di rientrare grazie a 4 errori consecutivi. Alla fine il polacco Wojcik prende il coraggio a due mani e confeziona il mani out che chiude il match sul 25-19. La Tinet Gori Wines adesso ospiterà i livornesi in infrasettimanale, mercoledì 10 alle ore 20.30. Ci si aspetta il pubblico caldo delle grandi occasioni per spingere i ragazzi di Coach Sturam quanto meno a Gara 3
FONTE ACQUAVIVA APUANA LIVORNO – TINET GORI WINES PRATA 3-0 (34-32 / 25-15 / 25-19)
LIVORNO: Briglia, Loglisci, Grieco, Miscione 8, Paoli 8, Zonca 17, Bacci (L), Minuti, Wojcik 17, Pochini (L), Jovanovic 3, De Santis 12, Facchini, Maccaroni. All: Montagnani
PRATA: Della Corte 6, Calderan, Radin, Bonante, Corazza (L), Tassan 6, Marinelli 10, Saraceni 2, Lelli (L), Marini 1, Cecutti, Bortolozzo 5, Link 8, Deltchev. All: Sturam
Arbitri: Verrascina e Grassia di Roma

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori