Home / Sport news / Regione e Coni al lavoro per utilizzare le palestre delle scuole

Regione e Coni al lavoro per utilizzare le palestre delle scuole

Gibelli: "Su questo tema si aprirà a breve un tavolo di lavoro con la Direzione scolastica regionale, l'Anci, i commissari degli Enti di decentramento regionale e i colleghi assessori all'Istruzione e alla Salute"

Regione e Coni al lavoro per utilizzare le palestre delle scuole

La Regione e il Coni sono al lavoro congiuntamente per definire le linee guida di utilizzo delle palestre scolastiche da parte delle società e associazioni che svolgono attività sportiva.

È questo l'obiettivo delineato oggi dall'assessore regionale allo Sport, Tiziana Gibelli, nel corso della riunione del Consiglio regionale del Coni Fvg che si è tenuta nell'auditorium Comelli a Udine grazie alla co-organizzazione dell'amministrazione regionale.

"Siamo ad un momento di snodo, molte attività sono ripartite anche se con regole che vanno declinate e adattate a situazioni nuove per tutti - ha affermato Gibelli -, ma la partita più importante riguarda la riapertura a settembre delle palestre scolastiche. Su questo tema si aprirà a breve un tavolo di lavoro con la Direzione scolastica regionale, l'Anci, i commissari degli Enti di decentramento regionale e i colleghi assessori all'Istruzione e alla Salute".

Da un censimento del Coni, sono 383 le palestre scolastiche di proprietà comunale utilizzate da società sportive, di cui una sessantina afferiscono alle scuole superiori e sono pertanto affidate alla gestione degli Enti di decentramento regionale (ex province). Come ha chiarito il presidente del Coni Fvg, Giorgio Brandolin, le domande di utilizzo vanno pertanto rivolte ai Comuni e agli Edr e non ai dirigenti scolastici.

"L'impegno della Regione è di giungere ad un accordo con il Governo sulla definizione delle linee guida per la sanificazione" ha rassicurato Gibelli, così come è già stato fatto per gli eventi culturali attraverso il lavoro della Commissione Beni e attività culturali della Conferenza delle Regioni e Province autonome di cui l'assessore è coordinatrice. L'obiettivo, condiviso anche dal presidente Brandolin, è duplice: da un lato, garantire spazi per l'attività delle società sportive extra-scolastiche e, dall'altro, evitare che le palestre vengano sottratte allo svolgimento dell'attività motoria curriculare per destinarne gli spazi allo svolgimento di altre materie.

Gibelli ha inoltre riferito di aver ottenuto l'apertura del ministro Spadafora sul coinvolgimento delle Regioni nella stesura del disegno di legge organico sullo sport. "Anche a questo tavolo la Regione Friuli Venezia Giulia è pronta a portare in discussione le proposte e le istanze del territorio regionale" ha concluso Gibelli. 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori