Home / Tendenze / Ai Giovedì dell'Alpina on-line si parla di montagnaterapia

Ai Giovedì dell'Alpina on-line si parla di montagnaterapia

Giovedì 2 luglio, appuntamento con Elio Campiutti Commissione medica Cai Veneto Fvg e Tiziano Scarsini Commissione Escursionismo Saf-Cai Udine

Ai Giovedì dell'Alpina on-line si parla di montagnaterapia

L’ultimo appuntamento dei "Giovedì dell'Alpina on-line” è dedicato alla montagnaterapia. Elio Campiutti (Commissione medica Cai Veneto Friuli Venezia Giulia) e Tiziano Scarsini (Commissione Escursionismo Saf-Cai Udine) illustreranno questa importante e poco conosciuta attività svolta dai volontari Saf in collaborazione con i servizi sanitari per portare a camminare in ambiente montano le persone con disabilità psichiche e motorie. Un’attività che, come vedremo, porta significativi benefici terapeutici.

La montagnaterapia è un approccio metodologico terapeutico ed educativo per la cura e riabilitazione progettato e attuato dal Club Alpino Italiano. Si rivolge a chi ha patologie croniche, oncologiche o da dipendenza, agli ipovedenti, ai portatori di handicap. “Sono progetti nei quali i soci del Cai traducono gli alti valori umani dell’alpinismo” afferma il presidente generale Vincenzo Torti. In Friuli questo si traduce nella collaborazione con i Centri socio riabilitativi ed educativi (Csre) di Laipacco, Tavagnacco, Pasian di Prato, Fagagna e Gemona per portare in montagna le persone con disabilità. L’attività è svolta dai volontari della Commissione escursionismo della Società Alpina Friulana, sezione del Cai di Udine che comprende anche le sottosezioni di Artegna, Palmanova, Pasian di Prato, San Daniele e Tarcento.

Con I giovedì dell'Alpina on line la Società Alpina Friulana si è affidata alla Rete per continuare la sua attività di informazione e formazione: quando sono stati sospesi i corsi e le lezioni di cultura alpina a causa del Covid-19, ha avviato una serie di incontri on line dedicati alla cultura, alla conoscenza e alla corretta frequentazione della montagna e della natura, attività che possono generare anticorpi utili a fronteggiare i complicati tempi della pandemia che stiamo vivendo. Gli incontri, organizzati dalla Commissione culturale e divulgativa della Società Alpina Friulana, che riceve il sostegno di Fondazione Friuli, sono curati da Alessandra Beltrame e Marco Cabbai alla regia.

Ricordiamo che i precedenti incontri si possono rivedere sul sito agli indirizzi www.alpinafriulana.it/live/ e www.facebook.com/alpinafriulana: “LA NEVE SI TINGE DI GIALLO” con lo scrittore Enrico Camanni. “LE VIE DELL’ACQUA: LA PICCOLA OLANDA DEL FRIULI E ALTRE FRESCHE GITE”, con gli operatori naturalistico-culturali del Cai Antonio Nonino e Denia Cleri. “IL SOCCORSO IN MONTAGNA E IN GROTTA” con i tecnici del Cnsas Fvg Sergio Buricelli, Simone Marcuzzi, Raffaello Patat e Gianpaolo Scrigna. “CINQUE ESCURSIONI FACILI DA FARE CON LA FAMIGLIA” con gli accompagnatori di alpinismo giovanile Davide Floreani, Donatella Carraro e Massimiliano Miani e con Valeria Murianni e Giorgio Comuzzi del Servizio foreste e Corpo forestale della Regione. “CHE TEMPO FARÀ? PROGRAMMARE UN’ESCURSIONE” con Sergio Nordio e Maria Luisa Colabove.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori