Home / Tendenze / Festa dei nonni in memoria delle vittime della pandemia

Festa dei nonni in memoria delle vittime della pandemia

Il 2 ottobre la 50&Più di Udine rilancia l'evento, accompagnato anche dalle premiazioni ai nonni friulani 'più'

Festa dei nonni in memoria delle vittime della pandemia

La dedima edizione della Festa dei nonni si farà. Non probabilmente nella solita modalità messa in campo dalla 50&Più di Udine, ma la giornata dedicata a sottolineare il valore della terza età nella società rimane fissata il 2 ottobre. La conferma arriva da Guido De Michelis, il presidente dell’associazione dei pensionati del commercio: "È un anno davvero difficile, ma abbiamo voluto non interrompere l’iniziativa, anche per rendere omaggio alle vittime della pandemia. Pure due presidenti della nostra associazione, a Vercelli e Bergamo, sono morti per il Coronavirus".

La 50&Più di Udine è pronta, dunque, a rilanciare l’iniziativa del premio ai nonni friulani più buoni, simpatici, generosi, divertenti e affettuosi nei tre settori dell’economia, dello sport e del volontariato (nella foto, i premiati 2019). Sarà, inoltre, confermato un quarto riconoscimento 'speciale', che sarà la sorpresa di fine concorso. "Visto l’ottimo riscontro, ripartiamo con lo stesso entusiasmo a caccia dei 'Nonni più' 2020 tra i protagonisti della vita sociale friulana", sottolinea De Michielis. Molto più difficile, invece, che si possa tenere il gran varietà proposto negli scorsi anni. "Il contagio è imprevedibile ed è oggi complicato prevedere che cosa accadrà tra due mesi", osserva il presidente. "Per questo il direttivo ha deciso di rinviare al 2021 una kermesse articolata. Ma la festa dei nonni, in ogni caso, la faremo pure stavolta. E non mancherà una bicchierata tra associati e simpatizzanti".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori