Home / Tendenze / Gli studenti del Mattiussi-Pertini diventano impresa

Gli studenti del Mattiussi-Pertini diventano impresa

Attivata una collaborazione con la Scuola Mosaicisti del Friuli per rilanciare le eccellenze del territorio

Gli studenti del Mattiussi-Pertini diventano impresa

Il progetto “Unternehmen Deutsch - Piazza Affari Tedesco” del Goethe Institut è stato il pretesto per iniziare una collaborazione tra la Scuola Mosaicisti del Friuli di Spilimbergo e l’Istituto Mattiussi-Pertini di Pordenone. Questo rappresenta per gli allievi un collegamento tra l’ambiente formativo e il mondo del lavoro e favorisce il loro spirito creativo ed imprenditoriale. Dall’idea della 4^A dell’ indirizzo RIM (Relazioni Internazionali e Marketing) e delle docenti di tedesco e di inglese, Francesca Benetazzo e Andrea Colosimo, gli studenti si sono messi in gioco trasformando la loro classe in una azienda, che ha preso il nome di DEUMA (dall’unione di Deutschland con Mattiussi), nella quale ognuno ricopre un ruolo preciso secondo le proprie qualità e attitudini. C’è un direttore, Massimiliano Dreon, che coordina le diverse attività ed è coadiuvato dal vice, Matteo Melosso, e dagli addetti alla segreteria: Gioia Cancian, a cui sono affidati verbali e statistiche, il sottosegretario Maximilian Terry e la responsabile della comunicazione Amra Seferovic. Ci sono poi i rappresentanti del settore marketing che provvederanno al lancio pubblicitario del prodotto: Oxana Sviderschi, addetta alla grafica, e Eleonora Bertiato, regista e sceneggiatrice pubblicitaria. Gli aspetti informatici dell’azienda sono gestiti da Luca Cesaro e Nicola Cammarata.


La supervisione del progetto aziendale è affidata alla professoressa Francesca Benetazzo.
Le relazioni internazionali, le competenze linguistiche e di marketing possono venire finalmente applicate fuori dall’ambito scolastico. L’obiettivo del progetto è infatti quello di stimolare gli studenti a conoscere e approfondire gli aspetti commerciali della regione Friuli Venezia Giulia per valorizzarla al di fuori del confine italiano. La sfida è dunque di ideare un prodotto che rappresenti la regione, e di promuoverlo e lanciarlo nel mercato tedesco. Da qui l’idea di collaborare con la Scuola Mosaicisti del Friuli che forma professionisti del mosaico, nel rispetto di un sapere artigianale proprio del nostro territorio.

Gli studenti si sono già messi al lavoro instaurando da subito un rapporto di fiducia e collaborazione con il dott. Gian Piero Brovedani, direttore della Scuola. Recentemente si è tenuto il primo incontro informativo in cui la “neo-azienda” del Mattiussi ha avuto modo di iniziare a conoscere i segreti e la storia del mosaico, antica arte apprezzata in tutto il mondo.
Parte integrante del progetto sarà naturalmente la visita alla Scuola Mosaicisti del Friuli da parte del team aziendale, già programmata nel rispetto nelle norme sanitarie. Si prospetta per i giovani imprenditori un’intera giornata di approfondimento con la possibilità di vivere l’esperienza di realizzare con le propri mani un mosaico, dal taglio delle tessere con la martellina alla loro posa per comporre una figura.


Chissà che da questo progetto non nasca per il futuro una collaborazione permanente tra gli studenti dell’Isis Mattiussi-Pertini e la Scuola Mosaicisti del Friuli al fine di portare quest’arte anche tra i più giovani.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori