Home / Tendenze / Il Covid ferma anche il Pignarul di Tarcento

Il Covid ferma anche il Pignarul di Tarcento

Mercoledì 6 gennaio i fuochi epifanici non illumineranno la Perla del Friuli

Il Covid ferma anche il Pignarul di Tarcento

Il Covid spegne anche una delle tradizioni più sentite dell'Epifania, il Pignarûl Grant, la pira più importante del Friuli, che viene accesa tradizionalmente il 6 gennaio sul colle di Coja, a Tarcento. L'appuntamento ogni anno richiama migliaia di persone per ascoltare il vaticinio del Vecchio Venerando, alias Giordano Marsiglio, che, a seconda della direzione delle fiamme, formula la sua previsione su quello che accadrà nell'anno appena iniziato.

Gli organizzatori speravano di poter allestire il falò epifanico senza pubblico, ma il Comando della Polizia Locale della Perla del Friuli oggi ha fatto sapere che la manifestazione è stata cancellata, dal momento che il 6 gennaio saranno in vigore le misure della zona rossa. Tutte da valutare le ipotesi di recuperare in una data successiva il Pignarûl: al momento, a quanto riferisce la Municipale, non sono state presentate le domande necessarie per l'autorizzazione, dunque non ci sarebbero i tempi tecnici per un eventuale rinvio.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori