Home / Tendenze / Il lato oscuro dell’Universo

Il lato oscuro dell’Universo

Mercoledì 20 marzo il primo incontro con il Caffè dei Quanti, al Caffè Libreria Knulp, a Trieste

Il lato oscuro dell’Universo

Torna a Trieste il Caffè dei Quanti: il primo appuntamento si terrà mercoledì 20 marzo alle ore 18.30. Stefano Borgani, docente di Astronomia e Astrofisica all’Università di Trieste interverrà su “Il lato oscuro dell’Universo: da Einsten ai telescopi del futuro”. Le osservazioni astronomiche con satelliti in orbita e con grandi telescopi da terra fanno emergere un quadro sconcertante sul contenuto dell’Universo, costringendoci ad affrontare domande fondamentali per la nostra conoscenza delle leggi della fisica. Qual è la natura della materia oscura che pervade le galassie? Che cos’è l’Energia Oscura che causa un’espansione accelerata dell’Universo? Stiamo forse assistendo agli effetti di leggi fisiche che violano le basi della Relatività Generale di Einstein? In questo intervento verranno ripercorse la storia della cosmologia, discutendo come si è arrivati alla formulazione del modello cosmologico standard, secondo cui circa il 95 per cento del contenuto dell’Universo è ancora sconosciuto. È proprio per gettar luce su tale lato oscuro dell’Universo che nei prossimi 10-15 anni si affronterà la sfida di costruire telescopi sempre più sofisticati (e costosi!).

A seguire, gli studenti del Centro Universitario Teatrale - CUT di Trieste eseguiranno letture sceniche ed interpretate de Le Cosmicomiche di Italo Calvino.

I relatori:
Stefano Borgani è professore ordinario all’Università di Trieste dove tiene il corso di Cosmologia-II per la Laurea Magistrale in Fisica. I principali campi di ricerca riguardano in ambito cosmologico lo studio della struttura dell’Universo quale strumento per investigare la natura della Materia Oscura e dell’Energia Oscura. Da diversi anni si occupa di simulazioni numeriche su supercomputer per studiare la formazione di galassie ed ammassi di galassie.

I Caffè delle Scienze e delle Lettere, organizzati dall’Università di Trieste, sono conversazioni informali tra ricercatori e cittadini sui più svariati argomenti scientifici, con l’obiettivo di rafforzare il dialogo tra l’Ateneo e la cittadinanza, attraverso lo scambio di opinioni e conoscenze sui risultati della ricerca universitaria.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori