Home / Tendenze / Pasiano, via alla sanificazione di giochi e attrezzature sportive

Pasiano, via alla sanificazione di giochi e attrezzature sportive

Riaperti parchi ed aree verdi comunali già dai primi di maggio. Le attrazioni saranno disinfettate e pulite ogni giorno

Pasiano, via alla sanificazione di giochi e attrezzature sportive

Il Comune di Pasiano, che ha riaperto parchi ed aree verdi comunali già dai primi di maggio, procederà ad effettuare giornalmente interventi di sanificazione ad attrezzature sportive e giochi per bambini.

Molti comuni italiani, compreso quello di Pordenone, hanno deciso di richiudere i parchi a causa delle linee guida del Dpcm, che impongono la pulizia giornaliera delle attrezzature a disposizione del pubblico. A Mancare sono le risorse economiche e di personale per garantire la sorveglianza e la pulizia quotidiana. Il sindaco di Pordenone, Alessandro Ciriani, ha dichiarato che il rispetto del protocollo è “materialmente ed economicamente impraticabile”. Il problema più grande è rappresentato dalla spesa, che dovrebbe essere affrontata con i soldi pubblici della comunità. In questo senso, invece, Pasiano ha determinato la possibilità di utilizzare una soluzione messa a disposizione dello Stato: la “borsa lavoro” .

Lo strumento dei lavori socialmente utili individuato dal sindaco Edi Piccinin e dal consigliere delegato alla Manutenzione del patrimonio Riki Gobbo prevede l’inserimento lavorativo di quelle fasce considerate deboli o comunque degne di tutela: dai disabili alle donne, dagli under 30 agli over 35, dai disoccupati agli over 50 in cerca di un nuovo lavoro. Una soluzione che è un mix tra lavoro e formazione che ben si cala nello scenario socio-economico che il territorio sta attraversando e che risponde ad esigenze di natura sociale e lavorativa.

“Poter mantenere aperte le aree destinate allo svolgimento di attività ludiche e ricreative sul territorio comunale è molto importante. I parchi gioco sono fondamentali per i più piccoli, per passare del tempo all’aria aperta, sfogarsi e divertirsi dopo mesi di lockdown” afferma il sindaco Edi Piccinin. Per far sì che ciò avvenga a Pasiano verranno controllate le condizioni igieniche degli arredi e delle attrezzature del comune e delle frazioni e sanificati di volta in volta scivoli, altalene, giochi e panchine. “Le superfici più toccate a portata delle persone, come ad esempio quelle all’interno del Parco delle Munaressa verranno igienizzate approfonditamente e frequentemente” conclude il consigliere alla Manutenzione Gobbo.

Per quanto riguarda le misure a sostegno della famiglia, il Comune di Pasiano ha esteso al 30 giugno il termine per la domanda di incentivo regionale una tantum alla natalità e al lavoro femminile. Il contributo è di 1.200 euro e viene corrisposto per una sola annualità (2020). Ha diritto all'incentivo chi è titolare di Carta famiglia per ogni figlio nato o adottato dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020 e la domanda va presentata entro 180 giorni. Il nucleo familiare deve essere in possesso di ISEE pari o inferiore a 30mila euro.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori