Home / Viaggi / La via del tempo: 5 itinerari che raccontano l’orologeria pesarina

La via del tempo: 5 itinerari che raccontano l’orologeria pesarina

La via del tempo: 5 itinerari che raccontano l’orologeria pesarina

Una storia lunga oltre 300 anni fatta di intuizioni, coraggio, lungimiranza e capacità imprenditoriale

Nell’ambito dell’evento conclusivo del progetto “La Valle del Tempo. Arte e cultura” che si è svolto a Prato Carnico venerdì 25 settembre è stata presentata la -guida “La via del tempo: itinerari dell’arte orologiaia pesarina - gli orologi da torre in Friuli Venezia Giulia e in Istria”.

La guida raccoglie il primo di una serie di itinerari tematici che raccontano l’arte orologiaia pesarina e presenta 5 percorsi che partendo idealmente da Pesariis (Val Pesarina), attraversano la regione arrivando fino all’Istria, a Cherso.
Questi 5 percorsi (Itinerario Alta Val Tagliamento, Itinerario Torri e Castelli, Itinerario Contea Eggenberg, Itinerario Città di Trieste ed Itinerario Istriano) permettono di scoprire e conoscere i luoghi in cui gli antichi orologi da torre sono stati installati, hanno scandito il tempo delle comunità raccontando le loro storie. Molti questi orologi sono di produzione pesarina, altri più antichi. Alcuni sono ancora presenti, altri sono stati sostituiti da orologi moderni o purtroppo sono andati persi.
Gli itinerari raccontano una storia lunga oltre 300 anni fatta di intuizioni, coraggio, lungimiranza e capacità imprenditoriale degli artigiani orologiai della Val Pesarina. Le loro capacità di sapersi confrontare con culture diverse, muovere in territori a volte sconosciuti, costruire relazioni solide mantenendo saldo il legame con la propria comunità li hanno portati a commerciare lungo le coste Dalmate fino al Montenegro e a Creta.
Gli itinerari nascono nell’ambito del progetto “La Valle del Tempo - Arte e cultura. Dalle invenzioni di Leonardo ai teleindicatori” promosso dal Comune di Prato Carnico in collaborazione con l’Associazione Amici dell’Orologeria Pesarina e altri partner che si occupano di promuovere la ricerca e la valorizzazione del patrimonio culturale in Friuli Venezia Giulia, Veneto e paesi della costa Adriatica. Il progetto è stato finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia nell’ambito della L.R. 16/2014 (avviso 2019) ed ha il patrocinio di Turismo FVG.
La guida è disponibile al Museo dell’orologeria di Pesariis, negli uffici turistici della regione ed è anche consultabile on-line nel sito del Comune di Prato Carnico.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori