Home / Viaggi / Trasporto locale, in Fvg capienza al cento per cento fino al 7 settembre

Trasporto locale, in Fvg capienza al cento per cento fino al 7 settembre

La Regione ha deciso di prorogare quanto deciso nella precedente ordinanza, in attesa del confronto con il Governo

Trasporto locale, in Fvg capienza al cento per cento fino al 7 settembre

Per il trasporto pubblico locale del Friuli Venezia Giulia la Regione, con una nuova ordinanza firmata oggi dal governatore Massimiliano Fedriga, ha ulteriormente prorogato fino a lunedì 7 settembre le disposizioni entrate in vigore lo scorso 26 giugno, che consentono di sfruttare, senza distanziamenti, tutti i posti a sedere a disposizione dei passeggeri all'interno dei mezzi.

Resta in vigore anche l'obbligo di utilizzare mascherine o sistemi di protezione individuale a bordo dei mezzi ed è confermata la possibilità di occupazione del cento per cento dei posti a sedere e in piedi a bordo dei mezzi del trasporto pubblico locale automobilistico (urbano ed extraurbano), ferroviario e marittimo, compresi i servizi transfrontalieri, nonché a bordo di mezzi utilizzati per servizi di trasporto non di linea compresi Ncc, taxi e quelli svolti mediante autobus, oltreché negli impianti del trasporto pubblico funiviario (funivie, funicolari e seggiovie). Le aziende fornitrici dei servizi sono tenute a fornire un'efficace informazione e a vigilare sul corretto utilizzo delle mascherine a bordo dei mezzi.

La decisione di prorogare il provvedimento è stata assunta in via transitoria dalla Regione tenendo conto del confronto in atto tra Regioni e Governo sul nuovo Decreto del presidente del Consiglio dei Ministri (Dpcm) che dovrà definire anche le linee guida sul trasporto pubblico locale in relazione all'avvio del prossimo anno scolastico.

Su questo tema, oggi dovrebbe essere la giornata della fumata bianca, al termine dell'incontro in programma con la Conferenza delle Regioni. L'ipotesi è quella di un utilizzo all'80 per cento, ma solo dopo il confronto si conoscerà la decisione ufficiale che, naturalmente, incide sulla prima campanella della scuola e il ritorno in classe di studenti, insegnanti e personale non docente.

Le disposizioni dell'ordinanza valgono solo per il territorio del Friuli Venezia Giulia: in caso di viaggi che interessino anche altre regioni, devono essere osservate le disposizioni in vigore nei singoli territori.

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori