Home / Viaggi / Ville venete e 'chicche' da scoprire, a Pasiano di Pordenone week end con il Fai d'autunno

Ville venete e 'chicche' da scoprire, a Pasiano di Pordenone week end con il Fai d'autunno

Sabato 12 e domenica 13 visite alla sede associativa della comunità Sikh, al Museo della Radio Antica, alla cappella di famiglia di Villa Luppis e alla centrale idroelettrica Claber del 1902

Ville venete e 'chicche' da scoprire, a Pasiano di Pordenone week end con il Fai d'autunno

Il secondo week end di ottobre si rinnova l’appuntamento con le Giornate FAI d’Autunno, l’evento principale della campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi del FAI Ricordati di salvare l’Italia. Novità assoluta di quest’anno: le giornate di apertura saranno due. Sabato 12 e domenica 13 ottobre Pasiano di Pordenone sarà protagonista dell’iniziativa e, grazie ai volontari del FAI Giovani Pordenone, sarà possibile visitare Ville Venete private e altre “chicche” tutte da scoprire, a fronte di un contributo libero a partire da 5 euro.

APERTURE - Otto aperture totali - di cui due riservate solo agli Iscritti FAI - animate da una decina di eventi collaterali: sono questi in sintesi i numeri dell’evento. Due le Ville Venete private che apriranno in via del tutto eccezionale le proprie porte al pubblico: Villa Gozzi, casa natale dell’illustre drammaturgo Carlo e Villa Querini (che si suddivide in tre momenti distinti, quanti sono gli ingressi all’edificio), di proprietà dell’omonima famiglia dell’aristocrazia veneziana. L’ala est della villa (civico 3) è riservata solo agli Iscritti FAI. Tra le residenze di pregio, anche Villa Luppis, oggi hotel e ristorante, che sorge su un’antica struttura conventuale.

Sono circa cinquecento gli oggetti in esposizione al Museo della Radio Antica, visitabile grazie alla collaborazione del Gruppo Archeologico Acilius: una mostra permanente che ripercorre la storia della radio dagli anni ‘20 agli anni ‘70 del secolo scorso. Al Parco della Munaressa gli Iscritti FAI potranno accedere agli ambienti della Centrale Idroelettrica Claber, edificata nel 1902, restaurata nel 2000 e tutt’oggi funzionante. Infine, la comunità Sikh di Pasiano, ci accoglierà nella loro sede associativa, Gurudwara Guru Nanak Dev Ji, luogo di preghiera e sede di attività di aggregazione.

INIZIATIVE COLLATERALI - Il momento inaugurale delle Giornate FAI è in programma sabato mattina alle 10:00 al Museo della Radio Antica, con la presentazione delle attività, i saluti delle istituzioni e un brindisi gentilmente offerto dal Bar Berti. Sempre al museo, sarà allestita la sezione speciale La radio della propaganda. Il B&B Ca’ Settecento - ala ovest di Villa Querini, civico 9 - ospiterà la mostra fotografica a cura di Andrea Finos dal tema Ritratti tra natura e architettura e alle 17:00 di sabato un suggestivo Aperitivo con le streghe: il professor Mauro Fasan e l’Associazione Lettori per Passione ci condurranno alla scoperta dei casi di stregoneria registrati a Pasiano tra ‘500 e ‘600; l’aperitivo è gentilmente offerto dal Bed & Breakfast Ca’ Settecento. A Villa Gozzi sono in programma due appuntamenti speciali: sabato alle 16:00 l’Associazione Il Teatrozzo proporrà uno spettacolo teatrale ispirato alle principali opere di Carlo Gozzi; mentre domenica mattina alle 9:30, su prenotazione, Fai colazione con il FAI: concerto a cura dell’Associazione Culturale Altoliventina XX Secolo in collaborazione con la Scuola di Musica Clara Schumann e colazione gentilmente offerta da Latteria di Visinale e Vivere la Terra.

Domenica fari puntati sul corpo centrale di Villa Querini (civico 5): per tutta la giornata di apertura, letture sceniche a cura del Teatrozzo, sulla raccolta epistolare privata delle più illustri personalità della famiglia Querini e in chiusura di giornata Il baccalà di Pietro Querini: aperitivo con accompagnamento musicale a cura dell’Associazione Culturale Altoliventina XX Secolo con degustazione di baccalà gentilmente offerto dall'Associazione Pietro Querini e aperitivo offerto dalla Latteria di Visinale. Grazie all’accoglienza della comunità Sikh, al termine di ogni visita avremo l’occasione di assaporare i gusti tipici dell’oriente e assistere a un’esibizione di arti marziali (Gatka) a cura di Baba deep singh Academy.

Infine, i locali convenzionati - Trattoria Da Carmelo, Ristorante pizzeria Da Eligio, Hotel Villa Luppis - proporranno menu speciali e prezzi agevolati dedicati agli Iscritti FAI.

IL PATROCINIO DEL COMUNE DI PASIANO - Entusiasmo e massima collaborazione da parte dell’amministrazione comunale: “Quest’anno, per la prima volta, Pasiano di Pordenone ospiterà le Giornate FAI d’Autunno; - ha dichiarato il sindaco Edi Piccinin - come Amministrazione, siamo orgogliosi ed entusiasti dell’evento, perché apre le porte a siti storici di pregio che impreziosiscono il nostro territorio in termini di bellezza, cultura e storia, e che normalmente non sono fruibili al pubblico”.

Concorde il parere di Martina Vendramini, consigliere Delegato Cultura e Promozione del Territorio: “Pensiamo che le Giornate FAI siano un bel modo per ricordare come, nel nostro Comune, ci sia tanto vedere e da fare, proprio perché straordinariamente affascinante: bagnato da diversi fiumi e immerso nel verde della campagna, nasconde e promette degli insoliti gioiellini, che meritano di trovare il giusto rilievo, affinché possano essere riscoperti ed assaporati”.

“Per tutti questi motivi, quando il FAI Giovani Pordenone ha manifestato l’interesse per il nostro Comune, non abbiamo avuto dubbi sul valore dell’evento e abbiamo, da subito e con continuità, lavorato con le associazioni culturali locali. Il risultato di questo lavoro di rete, è un calendario di eventi variegato e ricco, che abbina alle visite guidate con i volontari FAI e gli Apprendisti Ciceroni, il teatro, la musica, le leggende popolari e il buon cibo locale” ha concluso Piccinin.

L’ESERCITO DI VOLONTARI - Saranno oltre una sessantina i volontari di tutte le età che accoglieranno i visitatori nei beni aperti durante le Giornate FAI d’Autunno: i volontari del FAI Giovani e della Delegazione FAI di Pordenone, gli Apprendisti Ciceroni del Liceo Leopardi-Majorana e dell’Istituto Federico Flora di Pordenone, e i Volontari per un Giorno, ragazzi e ragazze che mettono a disposizione il proprio tempo e la propria passione per il week end dell’evento, portando avanti la mission del FAI. A questi, si sommano i numerosi volontari delle associazioni del territorio che hanno contribuito in modo determinante all’organizzazione dell’evento. L’appello per unirsi al team è aperto: partecipare alle Giornate FAI come volontario è un’occasione unica per accedere a luoghi speciali, dare il proprio concreto contributo per la riuscita di un grande evento e soprattutto fare amicizia con un gruppo affiatato.

L’appuntamento è dunque sabato 12 e domenica 13 ottobre con le Giornate FAI d’Autunno a Pasiano di Pordenone. Per tutti i dettagli del programma e le prenotazioni di visite ed eventi, è possibile contattare il FAI Giovani all’indirizzo email pordenone@faigiovani.fondoambiente.it o restare aggiornati seguendo la pagina Facebook FAI Giovani - Friuli Venezia Giulia.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori