Home / Cronaca / Anpi in lutto, morto Derino Zecchini

Anpi in lutto, morto Derino Zecchini

Il Covid si è portato via, a 93 anni, il partigiano garibaldino e combattente contro il colonialismo in Vietnam

Anpi in lutto, morto Derino Zecchini

L'Anpi di Spilimbergo piange la morte di Derino Zecchini, classe 1927, partigiano garibaldino e combattente con i Viet Minh contro i francesi nelle giungle del Vietnam. Aveva resistito per tre quarti di secolo agli attacchi della malaria, una 'medaglia' che si era 'guadagnato' proprio in Vietnam, e sembra perfino impossibile che se lo sia portato via, a 93 anni, il Covid-19.

Non accontentandosi dei mesi di guerriglia con la Garibaldi in Val Tramontina (quando era sopravvissuto, 17enne, alla caduta del comando delle Brigate Sud-Arzino e alla morte del comandante “Battisti”, del commissario “Sergio” e dell’infermiera “Paola”), aveva finito, nel dopoguerra, per arruolarsi nella Legione Straniera francese, in modo da potersi avvicinare alla Cina e raggiungere l’Armata Rossa di Mao.

Ma poi i cinesi avevano vinto nel 1949, e lui, contadino di Gradisca di Spilimbergo, aveva utilizzato la Legione per arrivare in Vietnam e passare le linee a Dien Bien Phu, per combattere con i compagni di fede e partecipare alla loro vittoria contro il colonialismo francese nel 1954.

Zecchini, rientrato dal Vietnam nel 1957, era rimasto sempre un militante del Pci, fino all’ultimo congresso di Rimini, nel quale sostenne attivamente la mozione Ingrao, non accettando la svolta ochettiana e la trasformazione del partito.

La sua storia ricchissima e avventurosa era venuta alla luce, grazie innanzitutto all’intervista del suo vicino di casa Bruno Steffè, un partigiano triestino che è stato il principale promotore della costituzione dell’Istituto Provinciale per la Storia del Movimento di Liberazione e dell’Età Contemporanea di Pordenone. La sua testimonianza ha avuto risonanza nazionale, essendo stata raccolta e riprodotta in 'Asce di guerra', il libro scritto dal collettivo di scrittori bolognesi Wu Ming insieme a Vitaliano Ravagli, un romagnolo che, quasi negli stessi anni di Derino, aveva combattuto con i Pathet Lao, l’equivalente laotiano dei Viet Minh.

"Da Palcoda al Vietnam, combattesti per la Libertà dei Popoli, la Fratellanza tra gli uomini, la Giustizia Sociale. Vai in pace Partigiano, il tuo cammino si è concluso, ma il vento fischia ancora", è il messaggio dell'Associazione Nazionale Partigiani d’Italia - sezione dello Spilimberghese “Virginia Tonelli”.

I funerali saranno celebrati lunedì 25 gennaio, alle 10.30, nella chiesa di Gradisca di Spilimbergo.

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori