Home / Cronaca / Scuola di polizia a Pordenone. E i vigili pizzicano gli indisciplinati

Scuola di polizia a Pordenone. E i vigili pizzicano gli indisciplinati

Quasi 200 agenti a lezione di codice della strada provenienti da Fvg e Veneto. Intanto la Municipale ha sanzionato vari automobilisti, senza revisione o ubriachi, e due questuanti

Scuola di polizia a Pordenone. E i vigili pizzicano gli indisciplinati

Quasi 200 agenti di Polizia locale provenienti praticamente da tutte le città della regione ma anche dal  vicino Veneto hanno  partecipato  al corso di formazione ed aggiornamento su alcuni specifici argomenti del Codice della Strada. All’incontro dedicato in particolare al personale che opera sulla strada, sono intervenuti anche rappresentati della Polizia di Stato, della Polizia Stradale, dei Carabinieri, della  Guardia  di Finanza,  della Regione, dell’Ordine degli Avvocati ed anche  di alcune autoscuole. 

Due esperti relatori, Giandomenico Protospataro ed Emanuele Biagetti, hanno  trattato temi sulla  velocità e sui dispositivi di controllo con omologazione e sulla revisione dei dispositivi di controllo.  Ulteriori riflessioni hanno interessato la  prevenzione e il contrasto dell'eccesso di velocità sulle strade,  l’approfondimento tecnico, normativo e sanzionatorio in materia di  pneumatici dei veicoli e in conclusione è stata fatta una  carrellata sulle più recenti novità nel settore circolazione stradale.  "Questa folta partecipazione - commentano l’assessore alla sicurezza Emanuele Loperfido e il Comandante della Polizia Locale Stefano Rossi -  è la dimostrazione che  i contenuti del corso  sono stati particolarmente significativi ed importanti. Abbiamo voluto organizzare questo incontro aperto ed allargato ad altri colleghi   per  fornire agli operatori  un  aggiornamento professionale di alto profilo,  sviscerare ed  approfondire  gli aspetti normativi del Codice della Strada e dar modo di  condividere le diverse esperienza. L’adeguata preparazione degli agenti di polizia locale - concludono- è garanzia di competenza per far rispettare le regole del  viver civile ma servono anche per tutelare la sicurezza generale". L’iniziativa è stata organizzata dal Corpo intercomunale di Polizia Municipale Pordenone – Roveredo in Piano, in collaborazione con la casa editrice Egaf Edizioni srl e con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati il corso si è tenuto dalle 9 alle 13 auditorium della Regione Autonoma FVG in città in Via Roma. 

Il tema della sicurezza stradale è sempre al centro dell’attività della polizia locale di Pordenone. Non solo attraverso corsi di formazione e approfondimento come quelli che si sono svolti questa mattina ma anche con gli accertamenti e le operazioni di controllo. In tal senso gli accertamenti più significativi compiuti dalla Polizia locale dalla settimana che va dal 6 al 12 novembre hanno fatto registrare numerosi casi di auto senza le revisioni prescritte: nello specifico sono stati redatti 9 verbali, un verbale per patente scaduta, uno molto grave per il mancato uso del sistema di tenuta per i bambini e un verbale che prevede l’applicazione della sanzione amministrativa per guida in stato di ebrezza fatto il 9 novembre in viale Dante durante un posto di controllo. In questo caso veniva fermato e controllato un uomo sui 50 anni di origini francesi, residente ad Aviano, trovato con un tasso alcolemico di 0,57 sia alla prima che alla seconda prova. In questo caso come prevede il codice si è proceduto alla sospensione della patente da 3 a 6 mesi e l’inflizione della sanzione pecuniaria di 532 euro.

Per quanto riguarda invece i fenomeni di disordine e degrado urbano, nella giornata di ieri 15 novembre nel corso dell’attività di controllo effettuata dalla pattuglie operative nel centro storico nella giornata di mercato, sono stati sanzionati in base all’art. 6 del regolamento di Polizia urbana due persone, per una questua fatta ostacolando la fruizione degli spazi, si tratta di una donna nigeriana nel primo caso e un uomo rumeno nel secondo, quest’ultimo già più volte sanzionato anche in precedenza. Si è proceduto nei loro confronti con il gaspo urbano. 

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori