Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, venerdì 21 gennaio 2022

Il Friuli in edicola, venerdì 21 gennaio 2022

Il Friuli in edicola, venerdì 21 gennaio 2022

Il Far West del mattone - Prezzi impazziti, e arrivo di nuovi impresari senza esperienza. Sono gli effetti indesiderati del Superbonus

Mercato senza regole e furbi in agguato - PREZZI FUORI CONTROLLO. La rincorsa agli interventi finanziati dal Superbonus sta creando pesanti distorsioni. I costi stanno salendo alle stelle e nascono nuove imprese, prive spesso della necessaria professionalità
Il superbonus del 110% è stato salutato come la misura capace di rilanciare il settore agonizzante dell’edilizia e ottenere, allo stesso tempo, due importanti risultati: ridurre drasticamente lo spreco di energia nei nostri edifici e riqualificare un patrimonio edilizio in molti casi vetusto.
Leggi il resto nel numero in edicola

Serve l’attestazione per bloccare i furbi - LE RICHIESTE DEI COSTRUTTORI. Per porre un freno alla proliferazione di imprese improvvisate e all’aumento degli infortuni sul lavoro l’Ance propone di usare nel privato il sistema già previsto per gli appalti pubblici

Servono quanto prima alcune correzioni al Superbonus pena il rischio di amplificare alcune distorsioni già evidenti, imponendo al contempo la qualificazione anche alle imprese che lavorano con i privati per dare loro le necessarie garanzie.
Leggi il resto nel numero in edicola

Strade sporche a causa dei soliti maleducati - UDINE. Fazzoletti usati, cicche, lattine e quant’altro sporcano le vie della città. Il Comune corre ai ripari e progetta soluzioni per migliorare la pulizia, chiedendo aiuto anche alla Polizia locale
Non sempre passeggiare a Udine è una bella esperienza. Il malcapitato cittadino o visitatore spesso deve fare lo slalom tra i rifiuti. Sui marciapiedi non è raro trovare cartacce, mascherine usate e abbandonate, lattine, cicche e quant’altro.
Leggi il resto nel numero in edicola

Sanitari: “Prima eroi e ora quasi schiavi” - UDINE. Sindacati e rappresentanti di medici e operatori lanciano l’allarme: carenza di personale e burocrazia rischiano di essere una malattia più grave del Covid
I n periodo di pandemia a essere in pericolo non è solo la salute dei singoli, ma l’intero sistema sanitario. A lanciare l’allarme nella nostra regione sono state le maggiori sigle sindacali e i rappresentanti di categoria degli operatori sanitari che hanno evidenziato le criticità esplose negli ultimi anni sotto la pressione dell’emergenza Covid.
Leggi il resto nel numero in edicola

La scelta che cambia la vita - DOPO LA TERZA MEDIA. I ragazzi si trovano davanti al loro futuro. Per capire cosa fare ‘da grandi’, bisogna imparare a conoscersi senza ascoltare troppe voci esterne
La scelta della scuola superiore dopo la terza media è sicuramente la prima e più difficile che si presenta a un adolescente. Nella decisione sono coinvolti genitori, nonni, zii, cugini, parenti di decimo grado, vicini di casa, colleghi di lavoro, ovviamente dei genitori, e conoscenti incontrati sporadicamente al bar all’angolo.
Leggi il resto nel numero in edicola

Musei aperti per Covid, ma in sofferenza - DATI IN CALO con la pandemia e le restrizioni anche per le esposizioni pubbliche e private della regione, sebbene la contrazione nei numeri fosse già iniziata prima del 2020. Restano numerose, e di qualità, le iniziative aperte
Bene rispetto a un anno fa, male rispetto a gennaio 2020, malissimo se pensiamo ai tempi pre-pandemia. Non serve essere maghi – o attendere i dati Istat – per capire che il Covid e le restrizioni nella vita di tutti i giorni hanno influito in negativo anche sulla fruizione dei musei e delle sale d’esposizione della nostra regione.
Leggi il resto nel numero in edicola

“La musica live è ferma da due anni” - ATTILIO PERISSINOTTI, fondatore e amministratore di una delle principali agenzie di booking in Italia, è scettico sul futuro dei concerti, anche se ha già fissato alcuni importanti tour. “Senza palazzetti e club è dura”
La pandemia ha colpito tutti, così si dice, però la crisi economica ha misteriosamente risparmiato alcune categorie e colpito duramente certi settori. Tra i principali, il mondo dello spettacolo e in particolare quello della musica live, che da 24 mesi vive nell’incertezza, tra brevi riaperture e nuove restrizioni.
Leggi il resto nel numero in edicola

Una rivoluzione alla base - IL MERCATO DI GENNAIO ha stravolto la fisionomia della difesa bianconera, il reparto in cui, più che in altri, si erano trovate delle certezze
Solo fino a un mese fa, il reparto arretrato bianconero sembrava essere quello con le maggiori certezze, grazie anche ad una gerarchia ben delineata. A parte la parentesi in cui Gotti aveva deciso di sperimentare la difesa a quattro, infatti, il muro difensivo era composto dagli intoccabili Becao (1.715 minuti), Nuytinck (1.658) e Samir (1.426).
Leggi il resto nel numero in edicola

In allegato al settimanale ‘Business’ di gennaio, il mensile indipendente sull’economia del Friuli Venezia Giulia.

📌 All'interno del settimanale #ilfriuli una guida a tutti gli eventi, mostre, cinema in regione. Ecco cosa fare nel fine settimana in #Fvg

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Business

Green

Life Style

Gli speciali

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori