Home / Politica / 'Diktat inaccettabile su Io sono Fvg'

'Diktat inaccettabile su Io sono Fvg'

Moretuzzo: "Inaccettabile la scelta della Giunta Fedriga d'imporre a centinaia di associazioni culturali, sportive e sociali di utilizzarlo obbligatoriamente"

\u0027Diktat inaccettabile su Io sono Fvg\u0027

"Attorno al marchio Io Sono Fvg sono sorte molte polemiche, sia rispetto alla sua reale utilità, sia rispetto ai significati che sottende. Fin dalla sua presentazione come Gruppo abbiamo dichiarato tutti i nostri dubbi sull’opportunità di fare di questo marchio, che senz’altro non scalda i cuori di tanta parte del territorio regionale, il protagonista della promozione delle eccellenze enogastronomiche della regione. Tuttavia, fin che si è trattato di lasciare alle singole aziende la scelta di utilizzarlo o meno per promuovere i propri prodotti, ritenevamo fosse una scelta sbagliata, ma con conseguenze relativamente limitate. Considero invece inaccettabile la scelta della Giunta Fedriga di imporre a centinaia di associazioni culturali, sportive e sociali di utilizzare obbligatoriamente il lettering #IoSonoFvg per poter accedere ai contributi regionali". Non usa mezzi termini il capogruppo del Patto per l’Autonomia, Massimo Moretuzzo, a margine della discussione odierna di un emendamento presentato dall’Assessore Gibelli nel corso della I Commissione integrata per la sessione di bilancio.

Con l’emendamento si stabilisce che, al fine di promuovere l’immagine del Friuli Venezia Giulia e di valorizzare e rendere riconoscibili le realtà culturali e sportive del territorio regionale, i beneficiari dei contributi concessi in materia di cultura e sport debbano utilizzare il lettering #IoSonoFvg per la realizzazione delle attività e dei progetti finanziati.

Moretuzzo parla di "diktat che impone, anche a chi non si sente minimamente rappresentato da questo marchio, di adeguarsi ai voleri dell’esecutivo regionale per poter accedere a fondi che dovrebbero avere altri criteri di accesso. Come si può, ad esempio, obbligare le centinaia di associazioni che organizzano iniziative dedicate alla lingua e alla cultura friulane ad utilizzare il marchio Io Sono Fvg? Siamo di fronte all’ennesimo attacco a quella parte del mondo culturale regionale che non è nelle grazie della Giunta – conclude il capogruppo del Patto per l’Autonomia –: una situazione che non può più essere tollerata".

2 Commenti
zk5699

Ma va là quante inutili polemiche, se questo tizio non si sente friulano sono affari suoi

Mag64

Esatto.. ritengo che il marchio sia utilissimo per la nostra regione. Nn vedo perché no esserne fieri. Tutto ciò che sottolinea l'appartenenza ad una regione direi unica è validissimo. Lo dico da non friulana ma appartengo a questa regione e mi sento la sua parte

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori