Home / Politica / Via libera al bilancio di Autostrade Alto Adriatico

Via libera al bilancio di Autostrade Alto Adriatico

Proseguono le azioni messe in campo per l'affidamento della nuova concessione, che passerà da Autovie Venete alla società

Via libera al bilancio di Autostrade Alto Adriatico

L'assessore regionale alle Finanze, Barbara Zilli, ha espresso, a nome della Giunta, parere favorevole all'approvazione del bilancio d'esercizio della Società Autostrade Alto Adriatico. La decisione, già approvata dall'Esecutivo regionale nella riunione di questa mattina sulla base dei documenti contabili e delle relazioni del Collegio Sindacale e della società di revisione PWC, è stata espressa nel corso dell'assemblea dei soci, svoltasi a Trieste.

Zilli  ha raccomandato alla società di proseguire nel contenimento dei costi di funzionamento, che non fossero direttamente riferibili alle operazioni necessarie e propedeutiche alla stipula dell'accordo di cooperazione e al conseguente passaggio della concessione autostradale.

Autostrade Alto Adriatico è una società a totale capitale pubblico (il 67% di proprietà della Regione Friuli Venezia Giulia e il 33% della Regione Veneto) ed è stata creata per assumere la gestione della concessione trentennale delle tratte autostradali A4 Venezia-Trieste, A23 Palmanova-Udine Sud, A28 Portogruaro-Pordenone-Conegliano, A57 tangenziale di Mestre (competenza fino a Terraglio) e della A34 Villesse-Gorizia, attualmente in capo ad Autovie Venete.

L'esponente della Giunta ha evidenziato che, dopo il via libera decretato a dicembre dal Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile, proseguono le azioni messe in campo per l'affidamento della nuova concessione, che passerà da Autovie Venete a Società Autostrade Alto Adriatico. Gli investimenti sulla rete autostradale sono stati rilevanti e una volta conclusi anche i tratti mancanti della terza corsia, per investimenti del valore di un miliardo di euro, il Friuli Venezia Giulia e il Veneto potranno contare su una rete autostradale moderna e funzionale e mantenere i benefici economici derivanti dalla gestione attraverso una società in house, con evidenti ricadute positive per il territorio. 

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori