Home / Salute e benessere / 'No all'accorpamento tra AsFo e Cro di Aviano'

'No all'accorpamento tra AsFo e Cro di Aviano'

Preoccupato Capozzella (M5S): "Le collaborazioni sono sempre benvenute, ma una fusione a freddo avrebbe conseguenze devastanti"

\u0027No all\u0027accorpamento tra AsFo e Cro di Aviano\u0027

"A chi gioverebbe un accorpamento tra l'Azienda sanitaria Friuli occidentale (Asfo) e il Centro di riferimento oncologico (Cro) di Aviano?". Lo chiede in una nota il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Mauro Capozzella, ricordando che "le collaborazioni sono sempre benvenute, ma ipotizzare un soggetto unico che racchiuda le due realtà sanitarie del Pordenonese rischia di essere una fusione a freddo con conseguenze devastanti".

"Se l'obiettivo è quello di razionalizzare ancora le risorse - aggiunge l'esponente pentastellato - giova ricordare che Asfo nel 2020 ha chiuso con un utile di 9 milioni di euro". "Parliamo di una realtà, quella oncologica, che attende l'attuazione di una rete regionale. Senza questo strumento di pianificazione, non ha alcun senso - conclude Capozzella - continuare a giocare a Risiko con la sanità della Destra Tagliamento". 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori