Home / Salute e benessere / 'Vaccini, no allo scontro tra i medici'

'Vaccini, no allo scontro tra i medici'

La Federazione regionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri invita tutti "al senso di responsabilità e a non dar luogo a dispute"

\u0027Vaccini, no allo scontro tra i medici\u0027

Dopo le dure prese di posizione dei giorni scorsi, a scendere in campo è la Federazione regionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, con una nota del presidente Guido Lucchini. "Vaccinare contro il Convid-19 è una priorità assoluta. La FROMCeO ritiene questo un obiettivo primario e richiama gli iscritti degli Ordini della regione a tenerlo ben presente e a dare la loro disponibilità per quanto possibile a che la campagna vaccinale si concluda nella maniera più efficace, che non significa presto ma soprattutto bene".

"Allo stato attuale abbiamo visto la presenza di tutte le categorie di iscritti, da medici ancora in formazione specialistica fino a colleghi pensionati che spontaneamente hanno chiesto di fare la loro parte. Il tutto dando per acquisita la presenza dei colleghi in attività, sia con rapporto di lavoro dipendente, sia convenzionati, sia professionisti puri. Di fronte a questa compattezza di intenti, spiace doversi rapportare con situazioni di antagonismo fra organizzazioni sindacali, come se una sorte di “supremazia” fosse prioritaria in una situazione che è drammatica", continua Lucchini.

"Tanto premesso, è dovere di questa Federazione che rappresenta tutti i medici iscritti agli Ordini di questa Regione ribadire che prioritaria è l’azione svolta a favore dei nostri assistiti ed è altrettanto prioritario non dar luogo a dispute che, oltre a non dare una buona immagine della categoria, potrebbe rappresentare un'ulteriore causa d'incertezza nei cittadini del Fvg, cosa di cui si ritiene non ci sia bisogno. Tutto ciò in aderenza a quella tutela della salute, sancita dalla Costituzione e con quanto richiesto nel nostro Codice Deontologico".

"La FROMCeO Fvg, quindi, richiama e invita pertanto tutti i medici al senso di responsabilità sulle azioni professionali e di avere come primo, comune e condiviso obiettivo, la tutela della salute dei cittadini ciascuno nel proprio ruolo", conclude il presidente Lucchini.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori