Home / Salute e benessere / Continua anche per il 2018 il progetto di Domiciliarità Innovativa a San Pier d'Isonzo

Continua anche per il 2018 il progetto di Domiciliarità Innovativa a San Pier d'Isonzo

"Vogliamo rimettere al centro i nostri anziani" sottolinea l'assessore Lollis

Continua anche per il 2018 il progetto di Domiciliarità Innovativa a San Pier d\u0027Isonzo

Il Comune di San Pier d’Isonzo in collaborazione con l’Ambito 2.2 ‘Basso Isontino’, continua anche quest’anno il percorso di Domiciliarità Sociale Innovativa e di sviluppo di comunità. Nell'ambito delle attività realizzate su proposta del Servizio Sociale dei Comuni Ambito Basso Isontino nel biennio 2017-2019 relative ad attività innovative a favore della fascia di popolazione anziana autosufficiente, si colloca la progettualità intitolata ‘Una comunità che si aiuta – giovani ed anziani insieme’. L' assessore Marta Lollis ed il sindaco Riccardo Zandomeni sottolineano che stando al bisogno precedentemente espresso di trovare momenti di incontro e confronto, il Comune, l’Ambito ‘Basso Isontino’ e la cooperativa Thiel hanno deciso di avviare un progetto di ‘Orto Aromatico’, in modo da attivare o riattivare la conoscenza in merito alle erbe selvatiche e officinali del territorio. A tal proposito si sono individuate le figure di un’erborista e di un’esperta di erbe spontanee, agricoltura biodinamica e orto sinergico che affronteranno questi temi in maniera aperta e condivisa, andando a ricercare insieme gli usi alimentari e benefici delle piante e mettendo a confronto i metodi di una volta e quelli di oggi.

Sono state previste alcune giornate di uscita sul territorio, in modo da rendere concreta la teoria e poter individuare le piante e la loro collocazione. Le attività prevedono inoltre la creazione di un piccolo orto aromatico all’interno della scuola dell’infanzia di San Pier d’Isonzo, in un percorso d’incontro e condivisione d’esperienze con i bambini al fine di favorire una prossimità tra ‘nonni’ e bambini, e generazioni che insieme scoprono il contatto con la natura. Si sottolinea che la partecipazione è gratuita ed aperta anche alla popolazione dei paesi limitrofi.

"L'obiettivo primario è di mettere al centro i nostri anziani che hanno tanto da dire e da raccontare specialmente alle giovani generazioni arricchendo con la loro esperienza e competenza il percorso di vita dei bambini ed allo stesso tempo far sì che i bambini si sentano partecipi della cura e conoscenza del loro territorio ma anche dello straordinario vissuto degli anziani in un'ottica di collaborazione e crescita reciproca" sottolinea l'assessore Lollis.

Gli incontri si svolgeranno con cadenza settimanale presso la sala attigua. Primo appuntamento mercoledì 4 aprile, dalle 15.30 alle 17 con un incontro sulle erbe selvatiche; seconda serata mercoledì 11 aprile con un’uscita sul Carso o sull’Isonzo prossimi a San Pier, per confronto e raccolta in loco. Mercoledì 18 aprile, sempre dalle 15.30 alle 17, un incontro sulle erbe officinali. Venerdì 27 aprile la preparazione del terreno a scuola assieme ai bambini mentre venerdì 4 maggio piantumazione delle piantine presso la scuola dell'infanzia.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori