Home / Salute e benessere / Defibrillazione precoce nelle scuole con la Cri Fvg

Defibrillazione precoce nelle scuole con la Cri Fvg

Al progetto hanno già aderito 183 istituti scolastici di vario ordine e grado, per quasi mille operatori

Defibrillazione precoce nelle scuole con la Cri Fvg

Il Comitato della Croce Rossa Italiana Fvg è stato incaricato dalla Regione di procedere alla formazione nelle tecniche di defibrillazione precoce (brevetto Blsd) del personale scolastico. Il progetto, previsto con Legge regionale del 6 agosto 2019, n. 13, prevede la formazione e la fornitura di apparecchiature Dae collegate in tempo reale con la centrale Sores Fvg.

Al progetto, ad oggi, hanno aderito 183 istituti scolastici di vario ordine e grado, per un totale di quasi mille nuovi operatori da formare tramite i corsi Cri.

L’apertura ufficiale del progetto si terrà domani, martedì 17 maggio, con la realizzazione della prima sessione formativa all’Isis Bonaldo Stringher di Udine e la consegna di un apparecchio Dae da collocare nella sede dell’Istituto.

Alla cerimonia, prevista alle 11, saranno presenti, oltre al presidente regionale Cir, Milena-Maria Cisilino, anche il vicepresidente Riccardo Riccardi, il direttore Sores Fvg Amato De Monte e la dirigente dell’istituto Monica Napoli.

Cisilino conferma come questo progetto sia in piena sintonia con il mandato istituzionale della Cri, che opera da sempre per la prevenzione e tutela della salute delle Comunità. “All’iniziativa hanno già aderito 183 scuola: lo riteniamo anche un riconoscimento della nostra qualità formativa e la conferma dello stretto rapporto tra i nostri Comitati locali e il loro territorio”.

"Croce rossa è notoriamente impegnata al servizio della Comunità regionale, in tutti i settori di vulnerabilità dal sociale al sanitario, a quello giovanile e della risposta alle emergenze, non ultima quella pandemica durante la quale i volontari hanno svolto quasi un milione di ore di servizio. Non dimentichiamo che la formazione sanitaria (ma non solo) dell’operatore laico aumenta la resilienza delle Comunità di fronte a eventi acuti, individuali o collettivi”, conclude la presidente.

Monica Napoli ha promosso la partecipazione dell’Istituto al progetto "perchè è un'occasione di potenziamento delle competenze del personale scolastico e di diffusione di una cultura della prevenzione e della tutela della salute, che nella scuola trova una delle agenzie educative più attive”.

A conclusione della cerimonia di avvio del Progetto Blsd Cri - Scuole, lo Stringher presenterà alle autorità il nuovo bar didattico Sottobanco, gestito dagli studenti nell’ambito del percorso interno di Pcto. Si tratta di una simulazione d'impresa: i ragazzi, grazie al supporto di Confcoperative e Primacassa, hanno seguito – nel mese di aprile – un corso ad hoc che ha permesso loro di concretizzare questo progetto. I proventi dell’attività costituiscono il mezzo di autofinanziamento degli studenti per progetti di specializzazione.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori