Home / Salute e benessere / La Bcc di Turriaco dona un'automobile all'infermiere di Fogliano

La Bcc di Turriaco dona un'automobile all'infermiere di Fogliano

Cerimonia questa mattina davanti il poliambulatorio

La Bcc di Turriaco dona un\u0027automobile all\u0027infermiere di Fogliano

Partirà la prossima settimana il servizio di infermiere di comunità a Fogliano. Servizio gestito dall’Azienda Sanitaria 2 Isontina-Bassa Friulana e che è riuscito, da gennaio a novembre, ad effettuare qualcosa come 4.230 prestazioni a 1.220 utenti. E, con l’automobile regalata dalla Banca di credito cooperativo di Turriaco, l’infermiere potrà muoversi negli orari prestabiliti raggiungendo i pazienti nelle loro abitazioni. La donazione, avvenuta questa mattina davanti ai rappresentanti di quasi tutte le associazioni foglianine, ha visto la presenza del sindaco, Antonio Calligaris, il direttore del distretto sanitario Basso Isontino, Michele Luise, Paolo Tonca, presidente dell’istituto di credito, Andrea Musig direttore generale e Marco Trenitin, direttore di filiale.

Un servizio che va a toccare principalmente la fascia più anziana della popolazione ossia gli over 65 che a Fogliano, su una popolazione di 3.048 abitanti, secondo i dati Istat 2017, sono ben 798. Presenti alla cerimonia anche la responsabile del servizio infermieristico Mara Pelizzari, il responsabile del servizio infermieristico del Basso Isontino, Paolo Frittitta, e l’infermiera che da anni è presente sul territorio foglianino, Raffaella Quargnali, attualmente attiva due giorni a settimana nell’ambulatorio di Fogliano ma che presto potranno aumentare a 3.

“A questa cerimonia ho voluto anche le associazioni perché sono loro che ci danno modo di intercettare i bisogni del territorio e trasmetterli a chi di dovere” ha ricordato Antonio Callicaris, nel ricordare anche come l’automobile presto potrà arrivare anche a Sagrado. “Se abbiamo deciso per la nostra automobile lo abbiamo fatto proprio per essere più vicini alla gente” ha sottolineato Paolo Tonca. Quindi Luise, che ha ricordato ancora una volta quanto sia fondamentale l’intreccio tra le cure ospedaliere e quelle casalinghe, soprattutto nelle forme meno acute, e Mara Pelizzari che ha voluto mettere in luce l’importanza del presidio foglianino per le famiglie del territorio. In undici mesi di attività il poliambulatorio, ospitato negli ambienti dell’ex municipio, ha potuto effettuare 1.363 prelievi e 713 altrettante medicazioni complesse. “Sono numeri decisamente alti che sono la carta tornasole di quanto importante sia la nostra presenza e di come la gente si fidi di chi, durante l’anno” ha concluso Frittitta “offre loro non solo una prestazione ma anche una parola buona ed un consiglio”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori