Home / Salute e benessere / Terza dose, via libera anche ad anziani, ospiti delle Rsa e sanitari

Terza dose, via libera anche ad anziani, ospiti delle Rsa e sanitari

Il Ministero della Salute ha diramato una circolare per chiarire a chi sarà destinato il 'rinforzo' del vaccino anti-Covid

Terza dose, via libera anche ad anziani, ospiti delle Rsa e sanitari

In una circolare, il Ministero della Salute ha dato il via libera all’avvio della somministrazione delle terze dosi di vaccino anti-Covid anche agli Over 80, al personale e agli ospiti delle residenze per anziani e al personale sanitario.

In questo caso, le vaccinazioni inizieranno dai soggetti Over 60 o con patologie che li rendano più vulnerabili a forme di Covid gravi o con un elevato livello di esposizione all’infezione.

"La vaccinazione degli operatori sanitari ha due obiettivi: proteggere loro stessi e proteggere anche i pazienti, spesso persone fragili che vanno particolarmente tutelate. L'indicazione è di partire dagli ultrasessantenni perché da quell'età in su, una volta contratto il Covid, aumenta il rischio di sviluppare la malattia in forma grave", precisa Gianni Rezza, direttore generale della prevenzione del Ministero della Salute.

"Stiamo partendo, come gli altri Paesi europei, coprendo le persone a maggior rischio e questo, chiaramente, andava fatto soprattutto perché le persone molto anziane rispondono di meno al vaccino e perdono più rapidamente anticorpi. Questo è il motivo per cui vanno coperte prima. Quando sarà dato l'ok agli iperfragili? Probabilmente a ottobre, ma rispettando la tabella di marcia: avevamo cominciato con gli immunocompromessi. Ora si tratta di un completamento del ciclo a 'due dosi più una'. Sarà una campagna di vaccinazione graduale".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori