Home / Tendenze / Anci Fvg, le amministratrici fanno squadra

Anci Fvg, le amministratrici fanno squadra

Anci Fvg, le amministratrici fanno squadra

Temi chiave: lavoro, formazione, educazione, cambio culturale e rappresentanza femminile

“Un momento importante e significativo, che segna un passo avanti formale e sostanziale nello sviluppo della parità di genere in regione” così Guglielmina Cucci, assessora alle pari opportunità del Comune di Pordenone, referente e coordinatrice del tavolo della politiche di genere Anci Fvg, ne ha definito l’avvio. “L’auspicio – ha affermato il presidente Anci Fvg Dorino Favot, che ha seguito da vicino e con particolare attenzione tutte le sue fasi di istituzione, pur rallentate dallo stato di emergenza sanitaria, rispondente agli indirizzi programmatici dell’associazione – è che esso possa diventare un laboratorio di idee che sfoci in una serie di attività, espressione di una volontà e un obiettivo comune di tutte le amministrazioni.

Un tavolo che faccia tesoro delle esperienze dei diversi Comuni, a partire da quello di Pordenone, il cui lavoro (ricordando il Protocollo dei Comuni della Destra Tagliamento per la parità di genere, Carta di Pordenone, Pordenone Città Futura), costituisce un punto di partenza di valore”. Presenti alla prima riunione – nell'ottica di fare rete e massa critica, partendo dall'ascolto del territorio - le assessore alle pari opportunità Francesca De Santis (Trieste), Elisa Asia Battaglia (Udine), Marilina Bernobich (Gorizia), Monica Feragotto (Gemona), Giuliana Garimberti (Monfalcone) Antonella Orzan (Martignacco), Annarita Durì (Remanzacco), Helga Codarin (Marano Lagunare) e la sindaca di Fiumicello Villa Vicentina, Laura Sgubin. Un tavolo dunque – come rimarcato da Cucci - che denota l'apertura e l'interesse dei Comuni grandi e piccoli.


I lavori hanno preso il via con la condivisione di una bella notizia: l'annuncio da parte del presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin, dell’intenzione della Regione di adottare la doppia preferenza di genere nell'elezione del Consiglio. “La presenza e la valorizzazione delle donne nella società a tutti i livelli e principalmente nelle posizioni apicali, dirigenziali e politici – afferma Cucci - è fondamentale, non solo per le donne, ma anche per le conseguenze positive sulla società tutta”.

Il dialogo tra le amministratrici si è subito svolto in un clima di sintonia e di condivisione, concordando sulla necessità di fare squadra in modo trasversale, attraverso il confronto. Diversi i temi chiave individuati: lavoro, formazione ed educazione in primis delle nuove generazioni, l'importanza di un cambio culturale. L'idea è quella di gettare le basi per un progetto comune a livello regionale. Nel frattempo si pensa, anche in vista dell'8 marzo, a un'operazione mediatica per comunicare l'esistenza della rete nascente, la coesione e la volontà di esserci tutto l’anno.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori