Home / Tendenze / Nuovi comuni serviti dalla fibra di Open Fiber

Nuovi comuni serviti dalla fibra di Open Fiber

La banda ultra larga è arrivata a Carlino, Marano Lagunare, Muzzana del Turgnano, Precenicco, Pradamano, Trasaghis e Mortegliano

Nuovi comuni serviti dalla fibra di Open Fiber

Navigare a una velocità mai raggiunta prima, cioè con la fibra ottica che arriva direttamente nelle case, nelle scuole, nelle aziende e negli uffici pubblici. Un servizio, così come accade nelle grandi città, a cui possono accedere adesso anche gli abitanti di Carlino, Marano Lagunare, Muzzana del Turgnano, Precenicco, Pradamano, Trasaghis e Mortegliano. Open Fiber sta infatti realizzando nelle cosiddette “aree bianche” oggetto dei tre bandi Infratel, con il contributo economico delle regioni coinvolte, un’infrastruttura che punta a ridurre il divario digitale fornendo servizi di connettività a banda ultra larga in oltre 8,5 milioni di abitazioni in Italia. Il piano dell’azienda nelle aree bianche coinvolge oltre 7 mila comuni nel Paese.

In particolare, nei sette comuni in provincia di Udine Open Fiber ha infatti realizzato una nuova rete estesa complessivamente per circa 55 chilometri che in totale vede al momento oltre 10.750 unità immobiliari connesse attraverso un’infrastruttura che rimarrà di proprietà pubblica e sarà gestita in concessione da Open Fiber per 20 anni. Attualmente in tutta la provincia sono circa 100 mila le unità immobiliari raggiunte dalla rete ultraveloce di Open Fiber in oltre 100 comuni.

“La copertura grazie ad un collegamento internet tecnologicamente avanzato e veloce è un’iniziativa molto attesa dai territori della Bassa friulana, oltre che per Pradamano e Mortegliano, comuni che fanno capo a Udine, e Trasaghis. Si tratta di territori anche a forte vocazione turistica, che necessitano di poter contare sulla connessione veloce alla rete, sia per sviluppare le potenzialità delle imprese sia per dotare di strumenti informatici all’avanguardia le sedi scolastiche. Si tratta di un risultato importante – sottolinea Graziano Pizzimenti, Assessore alle Infrastrutture e Territorio della Regione Friuli Venezia Giulia – che è il frutto di un Accordo di Programma con il Ministero dello Sviluppo Economico che pur prevedendo in origine un collegamento con tecnologia NGA (Next Generation Access, ≥ 30 Mbps), già oggi porta una capacità di 1 Gbps in tutte le abitazioni e imprese raggiunte dalla fibra. La Regione inoltre ha continuato ad investire in infrastrutture digitali ampliando la propria Rete pubblica e già nel 2020, in piena pandemia, ha stanziato risorse per quasi 18 milioni di euro per intervenire in 42 comuni e per completare il collegamento di tutte le sedi di pubblica amministrazione e garantire a tutte le scuole, in particolare quelle secondarie di primo e secondo grado, un collegamento a 1 Gbps e banda minima garantita di 100 Mbps”.

Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente all’utente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso. Per attivare la connessione, chi è interessato non dovrà far altro che contattare un operatore (tra quelli presenti sul sito www.openfiber.it), scegliere il piano tariffario e navigare a una velocità impossibile da raggiungere con le attuali reti in rame o miste fibra-rame. Quando l’utente ne farà richiesta, l’operatore selezionato contatterà Open Fiber, che a quel punto fisserà un appuntamento con il cliente per portare la fibra ottica dal pozzetto stradale fin dentro l’abitazione. L’utente sarà così pronto a beneficiare di servizi come lo streaming online in HD e 4k, il telelavoro, la telemedicina, e di tante altre opportunità garantite dalla rete FTTH costruita da Open Fiber, l’unica capace di arrivare a una velocità di connessione fino a 10 Gigabit al secondo e che abilita una vera rivoluzione digitale grazie alla migliore tecnologia disponibile sul mercato.

1 Commenti
Gian95

Se qualcuno volesse approfondire l'argomento e verificare se effettivamente è raggiunto dai servizi
www.navigabene.it

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori